CRESCI. Forno con cucina e Cicchetti

Sono trascorsi circa tre mesi dall’apertura di Cresci, locale romano a pochi passi dal Vaticano. Oggi la proposta si rinnova: menu estivo e spazio ai cicchetti. 

Il forno/osteria di Danilo Frisone e Saverio Crescente, già proprietari e rispettivamente chef e patron del ristorante Grano, unisce Forno, Osteria, Pizza e Cocktail.

La novità estiva è lo speciale spazio dedicato ai cicchetti, formato che permette di divertirsi, condividere e provare i piatti dello Chef Danilo Frisone, scegliendo la formula più adatta al proprio appetito (5, 10 o 15 cicchetti con proposte di cucina, pizza e banco). Cicchetti anche per l’ora dell’aperitivo: fino alle 20, una proposta di 5 cicchetti accompagna la scelta di vino al calice e i cocktail.

IL LOCALE

Cresci è un prototipo multifunzionale che raccoglie un laboratorio del pane e della pizza, una cucina completamente attrezzata e, ancora, un banco da mescita, da caffetteria, da cocktail. Un progetto nato dal desiderio di offrire la cucina di casa ‘fuori casa’, in cui lo chef Danilo Frisone propone un menu che si allontana dai tecnicismi per tornare al gusto e che trova qui espressione negli impasti e in una cucina che abbraccia le tradizioni.

Il progetto del locale, affacciato su quattro vetrine in un palazzo storico di Roma dei primi ‘900, il Casermaggio alle Fornaci, è stato curato per creare un locale in cui la cura degli spazi, dei dettagli e degli arredi si uniscono nel racconto di un luogo bello perché vero, familiare, conviviale.

LA PROPOSTA

Cresci sviluppa la sua offerta lungo 4 direttrici: Forno, Osteria, Pizza e Cocktail.

  • Il Forno

Il forno con laboratorio a vista, apre tutti i giorni alle 7 di mattina con una piccola proposta di pane tradizionale romano, per proseguire nel corso della mattinata con le pizza in teglia. Tutto all’insegna di farine non raffinate lievito naturale.

Un piccolo forno di quartiere che vuole presentarsi come un luogo sincero, al di là delle mode: il luogo dove fermarsi per il pane caldo o una merenda.

  • L’Osteria

Collegata al forno, l’osteria: tutte le mattine, colazione con cornetteria artigianale o il classico pane, burro e marmellata. Per proseguire nel servizio di pranzo e cena con i piatti dello chef, che propone un menu semplice che vuole parlare di casa, memoria, profumi; piatti legati alla tradizione e alla convivialità della cucina di Roma.

E così, tra gli antipasti troviamo la Selezione di formaggi di pecora a latte crudo di allevatori e casari della campagna romana, il Primo sale fritto con salsa di alici, le crocchette di brasato con zucchine alla scapece. Nella sezione PANE E… ci troviamo a ordinare la pappa al pomodoro con stracciatella di bufala, pane e baccalà mantecato, scarpetta con fagioli all’uccelletto. E poi primi della Tradizione, e non solo: Ravioli di misticanza, pomodoro e pane saporito e Fettuccine con gamberi rossi e funghi cardoncelli. Tra i secondi: Polpette fritte al sugo, Abbacchio alla scottadito con battuto di erbe aromatiche, Fettina panata, Steccata di Morolo con funghi cardoncelli.

Accanto alle proposte di cucina, una sezione del menu sarà dedicata alla pizza in teglia. A partire dalle classiche Margherita e Arrabbiata, passando per una versione tutta personale di Capricciosa, fino alle combinazioni meno usuali come Ventricina e primo sale, Stinco di vitello brasato e cime di rapa, Pesto di indivia e baccalà.

  • Il Bancone e il Cocktail Bar

Cuore immaginario dell’Osteria, il lungo bancone in legno accoglie gli ospiti dalla mattina fino a notte fonda, con colazione, caffetteria e mescita. Ma è a partire dalle 17:30 che prende vita, con i cocktail di Pino Mondello e una carta in 5 sezioni che raccoglie tutta la sua storia e la sua esperienza: l’Aperitivo, Cocktail Martini, Gin and Tonic, Intramontabili, Long Drink. All’ora dell’aperitivo, i cicchetti dello Chef Danilo Frisone ad accompagnare vino al calice e cocktail.

Very Food Confidential!

Articoli Correlati