ROMA 2020. La guida del Gambero Rosso

Presentata la nuova edizione della Guida Roma e il Meglio del Lazio 2020 di Gambero Rosso.  Per questa trentesima edizione, partnership con ADR Aeroporti di Roma, che ha ospitato la cerimonia di premiazione presso la Sala Plaza Premium Lounge dell’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino (RM).  

34 premiati e rivoluzione nel punteggio della classifica ristoranti. Una pubblicazione cresciuta di pari passo con la cultura enogastronomica della città e della regione che, oggi, conta 1200 indirizzi che spaziano dal ristorante internazionale alla più verace tavola di quartiere, dall’insegna con decenni di storia alle spalle al locale giovane e innovativo.

“Gambero Rosso è da sempre attento alla valorizzazione e alla promozione dei territori e delle bellezze italiane anche in chiave di attrazione turistica” dice Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso “Festeggiare i 30anni della nostra guida all’aeroporto di Fiumicino rappresenta per noi il miglior modo per raccontare il panorama enogastronomico romano e laziale. Ringraziamo Aeroporti di Roma per questa partnership.”

Nel giugno 1990 arrivava in libreria la prima guida Roma firmata Gambero Rosso dedicata ai ristoranti, trattorie, enoteche e sfiziosità: poco più di 200 indirizzi, selezionati in base al livello qualitativo e alla correttezza del rapporto qualità/prezzo, in nome del quale il Gambero Rosso aveva deciso di battersi fin dagli esordi.

Che Roma era? Una Roma in cerca di identità, nella quale convivevano vecchie glorie degli anni passati, come Albero Ciarla, insieme a realtà più innovative, come il Convivio dei fratelli Troiani. E nei dintorni, l’unico locale che valesse il viaggio era quello del giovane Antonello Colonna a Labico.

Oggi arriva la trentesima edizione della guida e Roma dal punto di vista culinario ha avuto una grande evoluzione e tanti nuovi aspetti sono diventati fondamentali per la buona immagine di un ristorante. Ecco che il personale di sala assume un ruolo sempre più importante per url successo di un locale, e proprio da qui parte il cambiamento nella ripartizione dei punteggi. I voti sono così suddivisi: 50 per la cucina, 20 per la cantina e 30 per la sala. Le Guide del Gambero Rosso sono le uniche a proporre i voti scorporati per cucina, cantina e servizio.

Inoltre la guida guarda sempre con molta attenzione a tutte le novità, non solo per quanto riguarda ristoranti, trattorie o enoteche, ma anche a quelle nuove forme di consumo che ormai si sono affiancate alle tradizionali, ovviamente senza dimenticare la qualità: è il caso di Cosaporto, il primo quality delivery d’Italia che riunisce partner top dell’enogastronomia (e non solo), inserito in guida all’interno della sezione ‘Catering e Delivery’.

Siamo onorati che il Gambero Rosso abbia scelto di festeggiare i 30 anni della guida proprio all’aeroporto diFiumicino”, commenta Ugo de Carolis, Amministratore Delegato di Aeroporti di Roma. “Negli ultimi anni ADR ha investito molto sulla creazione di una customer experience di livello, caratterizzata dalle eccellenze di cui gode l’Italia, con l’obiettivo di proporre ai viaggiatori internazionali dello scalo il meglio del Made in Italy. Il Leonardo da Vinci propone ai suoi passeggeri un’offerta gastronomica particolarmente ricca e varia, che spaziadalla cucina italiana a quella etnica fino ad arrivare alla cucina stellata grazie alla presenza di Heinz Beck e Antonello Colonna”.

I PREMI

In tutto i premiati sono 34 premiati. Scopriamoli tutti.

Tre Forchette

Tre Gamberi

Tre Bottiglie

Tre Boccali

Novità dell’anno

Premi speciali

Premio Gruppo Del Gusto Associazione Stampa Estera ‘Roma Con Altri Occhi’: Osteria 22quattro – Roma (trattoria); Da Danilo – Roma (ristorante); Piccolo Buco – Roma (pizzeria); Il Porticciolo – Trevignano Romano [RM] (ristorante); La Formaggeria – Roma (formaggi); La Giudecca – Roma (gelateria).

“Siamo diventati troppo esigenti? No, la qualità complessiva è cresciuta tanto e la cura dei dettagli fa la differenza. Ad ogni livello. Qualche ‘scossa di assestamento’ sarà inevitabile, ma alla fine, per restare in tema, i conti torneranno. E ai vertici della classifica ci saranno, come sempre, i più bravi”, dichiara Laura Mantovano, Direttore del Gambero Rosso.

Articoli Correlati