NIO: la rivoluzione del Cocktail

Chi l’ha detto che per gustare un buon cocktail bisogna per forza andare nei locali? NIO è la nuova frontiera del ‘bere bene’: cocktails perfetti preparati dal mixologist Patrick Pistolesi, già pronti da shakerare e versare nel bicchiere. 

Serve solo il ghiaccio. Needs Ice Only. NIO, appunto. Una cocktail experience da consumare comodamente a casa.

Sarà capitato anche a tutti… Le situazioni sono abbastanza comuni: “Amore, siamo stati invitati a cena dal mio collega cosa possiamo portare che non sia il solito vino?”; “Avrei voglia di un Negroni, ma l’idea di uscire di casa non mi sfiora nemmeno, se sapessi come farne uno home made lo farei…” ; “Come posso stupire i miei ospiti con un aperitivo top?”; oppure “Da quando siamo diventati genitori uscire per il classico aperitivo è un miraggio. Che bello sarebbe gustarsi un buon cocktail seduti comodamente sul divano…”

La risposta è NIO: i cocktail monodose, perfettamente mixati, pronti all’uso e da bere responsabilmente. Il liquido è custodito in un pack easy&chic sottile come un cd: basta agitare la confezione, strapparne un angolo e versare in un bicchiere con ghiaccio.

Et voilà, il cocktail è pronto. Non occorrono barman, shaker, né particolari conoscenze di mixology, solo ghiaccio.

Una cocktail list in continua evoluzione, 14 differenti proposte che includono i drink più popolari, dal Negroni al Daiquiri, passando dal Tommy’s Margarita, Manhattan, Boulevardier, Gin Sour fino al  Cosmopolitan. Ma la collection NIO propone anche una Experience Box, un perfetto kit degustazione pronto all’uso in versione Luxury ed Experience Edition.

Entrambe le couvette contengono due cocktail limited edition realizzati insieme allo storico produttore torinese di Vermouth Cocchi, due tumbler NIO creati per esaltare il gusto del cocktail, uno stampo per ghiaccio in formato XXL per raffreddare il cocktail senza diluirlo.

Inoltre NIO ha un plus che ne certifica l’alta qualità, come dichiarano Luca Quagliano e Alessandro Palmarin, founders della start up: “Con orgoglio sottolineiamo che NIO è un prodotto Mixed in Italy, al 100%: usiamo i migliori spirits, senza aggiunta di conservanti, additivi o agenti chimici; vantiamo una nostra filiera interna e diretta di produzione, così come è italiana anche l’ideazione e la realizzazione dell’esclusivo packaging di design che custodisce i nostri cocktail”.

Dunque un prodotto italianissimo, che però ha già varcato i confini nazionali con la distribuzione, ad oggi, in quasi 10 Paesi, dal Cile al Libano.

Si distingue subito per il packaging innovativo, accattivante e personalizzabile, che non ha nulla a che vedere con la solita bottiglia o il bicchiere da cocktail, ma si ispira a un design minimal chic.

L’alta qualità e l’equilibrio perfetto tra i mix esclusivi di Patrick Pistolesi, garantisce la migliore esperienza di degustazione al di fuori di un cocktail bar e diventa non solo occasione di consumo, ma oggetto iconico, di design, da collezionare, un regalo per se stessi o per gli altri.

Una vera rivoluzione del cocktail. L’intuizione è venuta nel 2017 a due giovani italiani, Luca e Alessandro, semplicemente osservando la realtà: “Al termine di una cena a casa tra amici, essendo tardi ma avendo ancora voglia di chiudere la serata e bere qualcos’altro senza muoverci da casa, ci siamo accorti che non avevamo molte alternative senza i giusti ingredienti disponibili (e senza le competenze). Da lì, è nata l’idea: perché non troviamo un modo per portare i cocktail direttamente a casa delle persone, ampliandone i confini al di fuori delle mura dei bar?”.

Così è nata una scintilla che cavalca una tendenza ormai ben diffusa all’estero e che NIO vuole portare anche in Italia: quella dell’house bartending, una pratica molto amata soprattutto dalle celebrities.

I prodotti NIO sono acquistabili, oltre che sul loro sito, anche tramite alcuni delivery partner, come Cosaporto, il primo quality delivery d’Italia.

Very Food Confidential!

Articoli Correlati