SPAZIO NIKO ROMITO Bar e Cucina. L’evoluzione del bar all’italiana

Riapre SPAZIO NIKO ROMITO a Roma in piazza Verdi. L’evoluzione del progetto gastronomico nato nel 2013 nella nuova declinazione SPAZIO NIKO ROMITO Bar e Cucina. Le nozioni dell’alta cucina di Romito al di fuori del ristorante Reale in un inedito modello di consumo che racconta il concetto di bar all’italiana dello Chef abruzzese.

Dopo un breve periodo di chiusura, riapre SPAZIO NIKO ROMITO a Roma in piazza Verdi, evolvendosi in SPAZIO NIKO ROMITO Bar e Cucina, già SPAZIO Pane & Caffè, premiato recentemente con ‘Tre chicchi’ e ‘Tre tazzine’ dalla Guida ai Bar d’Italia Gambero Rosso 2020 e vincitore per la stessa del Premio illy Bar dell’Anno per “lo straordinario lavoro sull’essenza del prodotto, per la valorizzazione del rapporto con il territorio, per la forza del modello imprenditoriale applicato a un codice contemporaneo di bar italiano in tutte le sue funzioni, e non ultimo per il lavoro senza precedenti sull’alimento per eccellenza, il pane”.

Courtesy Paolo Volontè

L’indole di SPAZIO NIKO ROMITO è, sin dalla sua creazione, quella di recepire le intuizioni e la ricerca gastronomica di Romito, con l’intento di portare le idee germogliate al ristorante Reale e gli insegnamenti dell’alta cucina in contesti quotidiani, accessibili, nei più tradizionali format popolari di ristorazione italiani.

SPAZIO NIKO ROMITO si evolve oggi grazie alla circolarità della ricerca di Niko Romito che, rileggendo alcuni canoni della ristorazione e unendo le esperienze degli ultimi anni (un esempio su tutti ALT Stazione del Gusto a Castel di Sangro sulla SS 17, format di ristorazione per viaggiatori) ai prodotti simbolo della sua storia e filosofia – nonché della tradizione gastronomica italiana -, ne ridefininisce il presente che si struttura in due diversi format nelle attuali tre sedi: SPAZIO NIKO ROMITO Ristorante (Milano e Rivisondoli) e SPAZIO NIKO ROMITO Bar e Cucina (Roma).

Questa è la naturale evoluzione contemporanea del bar all’italiana, che rappresenta il modello più popolare di fare ristorazione attraverso il suo concetto originario di luogo di aggregazione. Una fusione tra il classico bar all’italiana, un’osteria con cucina domestica, una sala da tè e un locale da aperitivo. Un’originale tipologia di format che è compendio di esperienze e prodotti simbolo della storia e della loso a di Niko Romito e punta a diventare un nuovo modello italiano di ristorazione urbana.

Pollo Fritto, courtesy Paolo Volontè

A partire da Roma, Niko Romito crea un modello di consumo inedito: un luogo dove potere arrivare in qualsiasi momento della giornata o restare tutto il giorno, un modello semplice e informale di accoglienza che fa parte da sempre della tradizione in cui tutti si riconoscono: SPAZIO NIKO ROMITO Bar e Cucina si dedica ai propri clienti dalla mattina alla sera, diventando parte della ruotine quotidiana, affiancando la ristorazione alla desserteria, la panetteria alla mixologia, la rivendita di generi alimentari all’asporto. Un luogo dove potere organizzare un pranzo di lavoro, un aperitivo o una merenda. Un’offerta gastronomica molto ampia, allineata ai valori di qualità, ricerca e leggerezza che contraddistinguono il lavoro dello chef Romito e che ora trova la sua forma compiuta nel modello Bar e Cucina.

“La mia più potente fonte di ispirazione è la quotidianità. SPAZIO NIKO ROMITO Bar e Cucina nasce dal mio desiderio incessante di evoluzione, termine attraverso il quale amo definire il nostro lavoro. L’intuizione è stata quella di unire il modello ristorativo di SPAZIO a quello più informale di Pane & Caffè, in modo che il cliente possa avere maggiore libertà e un’offerta gastronomica più ampia con tutti i prodotti che rappresentano la mia storia e la mia filosofia di cucina: il Pane, la Bomba, la cucina domestica, i piatti leggeri e gli ingredienti unici, il Pollo fritto, i vegetali e le torte”, spiega lo chef Niko Romito.

La prima colazione, courtesy Paolo Volontè

Al timone di SPAZIO NIKO ROMITO Bar e Cucina è Chef Gaia Giordano, executive Chef di tutto il progetto.

Il menu raccoglie il meglio delle idee e i prodotti più significativi del percorso gastronomico di Niko Romito, che rappresentano la sua ricerca e sono diventanti simbolo del lavoro perseguito ormai da vent’anni. Il menu pensato con Gaia Giordano è facile e immediato, coerente con il modo in cui deve essere l’approccio al cibo in ogni momento della giornata. L’elenco delle vivande è organizzato per assecondare le voglie del momento, senza precludere nulla e lasciando aperta la possibilità di assaggiare, condividere, esplorare. Si tratta di una offerta gastronomica originale, unica, italiana e contemporanea, a partire dalla prima colazione, passando per il pranzo, la merenda, la cena, il dopocena, la rivendita e l’asporto.

Insieme ai prodotti più noti e popolari del percorso di Romito – quali BOMBA nelle sue versioni dolci e salate, l’ormai celebre Pollo Fritto e il PANE – grande importanza viene data al mondo vegetale con zuppe e insalate, ai formaggi e salumi abruzzesi. La convivialità casalinga si ritrova nell’antipasto in condivisione che richiama quello della casa delle vecchie trattorie.

Funghi con maionese, courtesy Paolo Volontè

Segue un giro d’Italia di sapori e di artigiani del gusto che tocca le regioni dalle Alpi al mare: si va dalle Polpette di bollito alle Alici marinate, dal Baccalà mantecato all’Insalata russa, passando per tramezzini, focacce, fette di pane condito direttamente dal banco, fino ad arrivare alla carta dei drink.

L’aperitivo di SPAZIO NIKO ROMITO Bar e Cucina è un momento di incontro e preludio alla serata, e viene accompagnato dalla carta dei cocktail ideati e elaborati dal mixologist Mauro Cipollone in linea con i concetti fondanti della cucina di Niko Romito e le 250 etichette della carta dei vini.

Gli interni del locale sono stati reinterpretati dall’architetto Stefano Rosini in sintonia con l’esigenza della folosofia di offerta del locale, più accessibile e meno formale rispetto al passato. Sono stati adottati colori più intimi, le cui tonalità pastello aiutano a ricreare un’atmosfera quasi domestica, di accoglienza. Le luci sono diffuse e calde a illuminare i tavoli e le sedute, che sono disposti quasi come in un salotto di casa.

Gli elementi d’arredo, come gli stessi tavoli o le sedie, sono frutto di una ricerca di pezzi di modernariato, un grande tendaggio di velluto crea un effetto scenografico nel verde giardino d’inverno, che raccoglie una decina di piante, molte delle quali provenienti dalla serra di Niko Romito al ristorante Reale.

Very Food Confidential.

Il Giardino d’inverno, courtesy Paolo Volontè

SPAZIO NIKO ROMITO BAR E CUCINA

Piazza Verdi, 6 – Roma

Tel.06.87565008

www.spazionikoromito.com

Aperto dal lunedì al sabato dalle 7,30 alle 24,00.

Chiuso la domenica

info.romapiazzaverdi@spazionikoromito.com

Articoli Correlati