Ristoranti cinesi a LONDRA: i TOP 3

Londra, capitale mondiale dei ristoranti, si conferma tra i primi posti per la cucina di tradizione cinese. Da sempre un città sinonimo di novità e avanguardia. Così come nell’arte e nella musica, la splendida capitale del Regno Unito, si presenta ai primi posti in tema di ristorazione e food in generale.

Nella sua armonia di tradizioni ed etnie diverse l’una dall’altra, Londra è la meta perfetta per chi, in pochi giorni, vuole provare gusti e sapori provenienti da ogni paese della Terra.

Al primo posto troviamo sicuramente la cucina indiana, che con il pollo Tandoori e il curry domina ogni strada dell’East London; così come non sarà difficile sedersi nei migliori Japanese Restaurants di tutto il mondo e degustare decine di sake… e naturalmente, all’interno di questo melting pot, non può di certo mancare tutto ciò che deriva dalla tradizione cinese e cantonese.

Dimenticatevi tuttavia ogni pregiudizio legato a questo tipo di cucina: nulla a che vedere con l’idea fuorviante che il cibo cinese debba considerarsi junk food.

Al di là delle realtà che a Londra vendono dumpings a buon mercato e in grandi quantità, i ristoranti cinesi al centro della capitale sono da considerarsi ristoranti di lusso. Lusso orientale si intende. Entrare in questi “maestosi” luoghi rappresenta una vera e propria esperienza sensoriale per il palato ma anche per gli occhi. Varcare la soglia di questi ristoranti e ritrovarsi immersi in una scenografia degna dei migliori racconti dell’Impero Cinese è un tutt’uno.

La top 3 è senza dubbio rappresentata da:

  • China Tang at the Dorchester
  • Yauatcha a Soho
  • Park Chinois a Mayfair

Ma andiamo con ordine e partiamo da quello storico: Yauatcha.

Il ristorante Yauatcha a Soho

Yauatcha, teahouse Dim Sum del gruppo Hakkasan (che non sbaglia mai un colpo) è stato aperto nel 2004 nel cuore pulsante di Londra, a Soho. Oltre a questa location, il gruppo Hakkasan ha scelto di aprire un ristorante anche nella City.

Il concetto è una reinterpretazione moderna della tradizionale casa da tè cantonese con un’eccezionale gamma di infusi cinesi, taiwanesi e indiani. Questo luogo è considerato speciale anche per la sua alta pasticceria, per i suoi gateaux, macarons e cioccolatini fatti a mano, disponibili sia à la carte che al dettaglio.

Progettato originariamente da Christian Liaigre, il layout a pianta aperta di questo ristorante e la cucina a vista danno energia a tutto lo spazio.

Dimenticate, infatti, le classiche e ricorrenti atmosfere dei ristoranti cinesi: qui è tutto ultra moderno. Con le sue illuminazioni soffuse blu e l’arredamento minimal si ha subito l’impressione di trovarsi in una grande capitale internazionale come lo è Londra. Tutto ciò non rende però l’ambiente freddo, anzi. I tavolini bassi e l’enorme acquario accompagnano il pasto come fossero vere e proprie coccole.

Per la varietà delle pietanze e l’originalità della pasticceria, questo ristorante di Alan Yau si merita senza dubbio la stella Michelin.

L’alta pasticceria di Yauatcha

Malgrado i suoi 15 anni di storia, Yauatcha attira ancora folle oceaniche ed è sempre necessario prenotarlo con largo anticipo.

Perderete almeno una ventina di minuti per fare la scelta migliore, ve lo assicuro, poiché il menù è ricco e non è semplice. Il rischio di andare in confusione è alto.

La sua fama deriva soprattutto dai dim sum di capesante e aragoste e dal noto menu preparato per il Capodanno Cinese o quello di tutti i giorni abbinato a Champagne e alta pasticceria.

Per queste ragioni Yauatcha è tutt’ora una tappa obbligata per chi ama la cucina dal gusto orientale di qualità e vuole godersi una serata dal sapore internazionale.

Il ristorante China Tang at the Dorchester

China Tang at the Dorchester è stato ideato da Sir David Tang, fondatore di China Clubs di Hong Kong, Pechino e Singapore, nonché del marchio lifestyle “Shanghai Tang”. L’opening risale al 2005.

Questo ristorante offre alcuni dei più autentici piatti cantonesi e cinesi al di fuori della Cina, tra cui una delle migliori anatre alla pechinese.

Il bar è il suo angolo più elegante ed è considerato uno dei migliori cocktail bar di tutta Londra. Offre una lista di cocktail classici (ma non solo) che accompagnano in modo armonioso le pietanze.

Gli interni e l’arredamento sono volutamente retrò e racchiudono pezzi di Art Déco. Il tutto è reso necessario per evocare la dolcezza e il romanticismo degli anni ’30.

Basta infatti fare un passo al suo interno per ritrovarsi nella Shanghai di altri tempi.

L’anatra alla pechinese del China Tang at the Dorchester

Ma approfondiamo bene l’argomento cibo, protagonista assoluto del ristorante del Dorchester. Definirla cucina tradizionale cinese è, in effetti, un po’ riduttivo rispetto a quello che viene offerto. Abbiamo già menzionato l’anatra laccata alla pechinese, il cavallo di battaglia del China Tang. Ma oltre a questo pezzo forte, questo ristorante propone diverse prelibatezze. Tra queste mi sento di consigliare caldamente i noodles ai funghi e i calamari in tempura.

Conclusione: ad oggi, il China Tang at the Dorchester è un punto di riferimento indiscusso per chi vuole immergersi in un elegante passato senza però rinunciare all’ottima cucina orientale.

Il bar del ristorante Park Chinois

Last but not least: Park Chinois.

Park Chinois è il più recente di questi ristoranti cinesi. Aperto nel 2015 nella zona più elegante della città, nel quartiere di Mayfair, questo ristorante è l’ultima ambizione di Alan Yau, il genio ideatore di Wagamama e Hakkasan (e quindi Yauatcha) e ora proprietario anche di Princi Londra.

Le parole d’ordine di Park Chinois sono lusso e glamour. E tutta l’atmosfera ricorda il meglio della cultura cinese.

Ci si immerge in un’ambientazione che non ha nulla da invidiare ai migliori set cinematografici, e la cura di ogni singolo dettaglio denota un desiderio di dare un’immagine dei tempi passati. Velluti e colonne dorate fanno da cornice a tutto il set.

La guida Michelin lo descrive così: “Fascino vecchio stampo, quadro dalla ricca decorazione e musica dal vivo costituiscono gli ingredienti del successo di questo ristorante arredato sontuosamente. Il menù propone ricette provenienti da tutte le province cinesi, tra cui spicca il dim sum proposto a pranzo e in fine pomeriggio di sabato e domenica.”

Ma questo luogo, oltre alla qualità del cibo e della forma nella quale viene presentato, deve la sua fama anche e soprattutto alla selezione di caviali proposta nel menù: una scelta originale ma perfettamente in linea con il desiderio di creare un ristorante di alto livello sotto tutti i punti di vista.

Il ristorante racchiude in sé un Salon de Chine, un club dove è possibile assistere a performance di ogni tipo e un cocktail bar.

I piatti del Park Chinois

Questa Top 3 fa parte di una piccola selezione della gamma di ristoranti di tradizione orientale che possiamo trovare a Londra, ma sono senza dubbio tra i migliori della città (e forse non solo!).

Sarà necessario prepararsi a un’esperienza del tutto diversa rispetto a quella a cui siamo speso abituati entrando nelle realtà della ristorazione cinese. Ma ne varrà senz’altro la pena!

 

My Wanderlust Notes

Maria Giorgia Romitihttps://mywanderlustnotes.com/
Fondatrice ed editrice del travel blog "My Wanderlust Notes” nato per raccontare storie ed esperienze di viaggi in giro per il mondo. Le sue destinazioni preferite prevedono esperienze avventurose come la scalata del monte Kilimanjaro. Appassionata di trekking e viaggi on the road gira il mondo con due macchine fotografiche Canon, una digitale e una vintage analogica. Laureata con il massimo dei voti in Letteratura e Storia dell’Arte. Dopo il master si diploma in Fotografia allo IED. Lavora come fotografa freelance a Roma, Milano e Londra e collaboro con ONG, influencer e diversi marchi di moda.

Articoli Correlati