Fud Bottega Sicula apriva due mesi fa a Milano

Fud Bottega Sicula apriva due mesi fa a Milano in via Casale al numero 8. Come è andata secondo voi? Alla grande sembra!

Una bella scommessa incontrare i palati milanesi e raccontare la Sicilia eppure i risultati sono molto interessanti. La proprietà infatti ha calcolato un via vai di oltre 500 persone ogni giorno che hanno approfittato anche degli spazi all’aperto durante l’estate. Fud Bottega Sicula infatti a Milano ha i suoi spazi esterni (a due passi dal Naviglio Grande), e quelli interni sono stati ricavati dalla ristrutturazione di una vecchia falegnameria molto suggestiva.

Anche a Milano, così come a Catania e Palermo, a Fud Bottega Sicula i due piatti preferiti e scelti con maggiore frequenza sono il Bec Burgher, con carne di manzo siciliano e guanciale di suino dei Nebrodi, e lo Shek Burgher, con la carne d’asino di Chiaramonte Gulfi (RG) e mozzarella di bufala affumicata.

Molto apprezzato poi il servizio take away di Fud Bottega Sicula, di cui sembrano davvero esperti i milanesi in genere.

Bella l’avventura imprenditoriale di Andrea Graziano che a Milano si è avvalso del lavoro dei fratelli Vittorio e Saverio Borgia, anche mediatico che ha fatto registrare un incremento di oltre il 20% sul fatturato dei Fud siciliani. ( ndr. bravissimi!)  Ma non solo: gli stessi produttori (artigiani rigorosamente siciliani) delle materie prime che quotidianamente raggiungono la dispensa e gli scaffali di Fud Bottega Sicula hanno, di conseguenza, constatato un aumento dei volumi di fatturato e di prodotti forniti.

«Fud Bottega Sicula a Milano – ha spiegato Andrea Graziano – è diventata anche il punto di riferimento per gli addetti del mondo della ristorazione. Questo perché, avendo una cucina che chiude tardi e che offre spesso la possibilità di scoprire ingredienti nuovi, si presta ad ospitare cuochi e brigate».

Insomma più Sicilia per tutti.

Articoli Correlati