LEGUMI FAMIGLIARI (più della carne vegetale) – evento DFood al Fuori Salone 2019

DFood è il distretto del Food Design che quest’anno, per la prima volta durante una Design Week, arricchisce la zona Paolo Sarpi di Milano con interessanti appuntamenti di riflessione sulla progettazione degli atti alimentari.

Legumi Famigliari, per esempio, è il titolo intrigante di un evento che troverà spazio alla Sonia Factory di via Bramante 37 a Milano, lunedì 8 aprile 2019 alle 17.00.

Ve lo ricordate l’inizio della cucina vegetariana gourmet, dove per invogliare a mangiare piatti completamente composti di verdure si evocava la forma più allettante della pasta vera come gli spaghetti di zucchine? E anche la creazione, da parte del mercato degli utensili, degli strumenti adatti a replicare queste forme?

Beh è proprio di questo che si vuole parlare durante Legumi Famigliari.

Non solo forma però anche il gusto dovrebbe essere lo stesso.

Lo sappiamo bene come funziona il nostro cervello, collega gusto ed emozioni ad immagini famigliari e conosciute e da quelle, per prime, si lascia trasportare anche quando mangiamo.

Sono tanti i cibi che amiamo e che nella nostra vita, soprattutto quella da bambini, sono stati per noi il richiamo alle cose buone, di casa, della nonna, ma che forse oggi per qualche ragione (sia personale che etica) non possiamo più mangiare.

Meno pasta industriale nel nostro carrello, a causa di una serie di intolleranze e patologie che riguardano il glutine, meno carne rossa per questioni varie che riguardano la salute o gli allevamenti intensivi e meno patatine fritte, perché la cinta ci va stretta e perché non si tratta esattamente del migliore ritrovato per il benessere. Ed è così che le aziende cominciano a pensare e progettare cibi che somigliano a quelli conosciuti ma che di tutt’altro sono fatti.

Cominciano si fa per dire, perché ormai in America il business è grande e molti stanno investendo in questo mercato florido e competitivo.

Vi sembra corretto? E’ una buona idea?

Di questo e di altro si parlerà nella casa di Sonia Peronaci (che tra l’altro di intolleranze si è sempre occupata) con aziende, tecnologi e semiologi nell’evento di lunedì pomeriggio che prevede anche una mostra dei prodotti in questione.

I legumi si presentano sempre di più come l’alternativa giusta per una vita sana ed equilibrata, le proteine in essi contenute rappresentano circa un terzo delle kilocalorie totali e i lipidi sono polinsaturi e quindi di buona qualità e in misura molto ridotta rispetto a quelli presenti in genere nella carne animale.

I legumi apportano ottime quantità di ferro, potassio e fosforo, vitamina B1 e acido folico.

Durante questo evento, organizzato da DFood, sarà possibile assaggiare la pasta 100% legumi di Bonduelle, che sarà presto lanciata in Italia, i Beyond Burger a base di piselli, che, tra gli hamburger vegetali disponibili in Italia, sono quelli che più si avvicinano al sapore e alla texture della carne, le nuovissime barrette di legumi di Macè, un prodotto interessantissimo non ancora lanciato sul mercato; le meringhe fatte senza uovo ma con l’aquafaba, che è il liquido di cottura dei ceci; le chip Peas Please e le fave croccanti di Bada Bean Bada Boomdirettamente dagli Stati Uniti; le Socca Chip dalla Francia e altro ancora.

Interverranno

Laura Bettazzoli, Direttore Marketing – Bonduelle Italia;
Sonia Peronaci, già fondatrice del popolarissimo blog Giallo Zafferano, ora animatrice del sito www.soniaperonaci.it;
Paolo Arancio, leader dell’innovazione strategica nel settore alimentare e in altri settori per Nestlè;
Michela Deni, Professore ordinario di Semiotica, Direttrice del Laboratorio Projekt di Innovazione Sociale e Design all’Università di Nîmes;

Enrico Pra Floriani, tecnico specializzato di ricerca e sviluppo presso Emmi Dessert Italia;
Giovanni Gallerani, tecnologo alimentare responsabile della ricerca e sviluppo di Macè;
Giovanni Medici, category manager del Viaggiator Goloso;
Lorenzo Ravagli, referente acquisti e ricerca sviluppo Welldone spa, referente vendite Beyond Burger;
Federico Casotto di Design Group Italia, in funzione di moderatore

La partecipazione all’evento è aperta al pubblico e gratuita previa registrazione qui su Eventbrite : https://www.eventbrite.it/e/biglietti-legumi-famigliari-58102939456

Ecco in breve le aziende che prenderanno parte all’evento:

1) Bonduelle Azienda familiare creata nel 1853, Bonduelle è oggi leader mondiale delle verdure.

Privilegiando innovazione e visione a lungo termine, il Gruppo si caratterizza per la diversificazione tecnologica e geografica; le sue verdure, coltivate su più di 115.000 ettari, sono commercializzate in 100 paesi, con varie marche, in tutti i canali di distribuzione e in tutte le tecnologie: conserva, surgelato, pastorizzato, disidratato e fresco pronto al consumo.

Bonduelle è un’azienda responsabile e riconosciuta per la sua specifica mission: rendere accessibile al più gran numero possibile di famiglie e individui i benefici di un’alimentazione nella quale le verdure ricoprono un ruolo fondamentale.

2) Beyond Meat una grande azienda americana (della California) che sta investendo tutto il lavoro e le risorse per creare (sono parole del loro sito) la proteina del Futuro. Sbarcati in Italia nel 2018 con la catena bolognese di ristoranti “Welldone” vogliono non solo sostituire le proteine animali con quelle vegetali ma far provare le stesse sensazioni gustative di un prodotto a base di carne.

3) Macè – azienda del GRUPPO HOLDING PIVETTI – nasce nel 2000 da una sintesi tra ricerca tecnologica, capacità di interpretazione del mercato e slancio imprenditoriale.

Prima azienda in Italia ad avere scelto di dedicarsi esclusivamente ai prodotti di 4a gamma a base di frutta, Macè ha visto una crescita costante grazie a prodotti esclusivi e ad un centro di ricerca e sviluppo che lavora assiduamente per i propri clienti soddisfando le più esigenti richieste di mercato.

4) Peeled Snacks è una società americana fondata nel 2004 da Noha Waibsnaider a New York per creare alternative sane agli snack croccanti proposti dalla grande distribuzione.

5) BadaBeanSnacks un’azienda internazionale di snack che utilizza i legumi alla base della produzione degli snack.

6) Socca Chips un’idea dello chef francese di Nizza Luc Salsedo che ha sempre cercato di evitare di sprecare gli avanzi di cucina e ha testato il valore della farina di ceci per creare queste patatine salutari.

Nerina Di Nunzio
I miei piatti preferiti? Pizza, gelato e tutto quello che è giapponese. Sono autrice e presentatrice TV, in realtà sono anche un avvocato pentito, esperta di marketing digitale e comunicazione. Per 7 anni sono stata direttore Marketing e Comunicazione del GAMBERO ROSSO e del Master in Giornalismo Enogastronomico, ho fondato l'agenzia di comunicazione e casa editrice Food Confidential, ho diretto per due anni la Scuola di Cucina della rivista "La Cucina Italiana" del Gruppo Condé Nast e per tre anni la sede di Roma dello IED - ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN. Insegno all'Università Roma TRE nel "Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche" e sono coordinatrice del MASTER in FOOD DESIGN PROJECT EXPERIENCE. In realtà vado anche pazza per il cioccolato e sono assaggiatrice esperta di birra e vino! Super appassionata di viaggi, arte e design, QUALITY AMBASSADOR di "cosaporto.it". La prossima sfida? Tra poco!

Articoli Correlati