FIAT 500. La Topolino diventa elettrica

Al primo colloquio Dante Giacosa non viene assunto perché laureato e l’azienda è in cerca di un disegnatore meccanico. La laurea in ingegneria, conseguita a soli 22 anni, non gli avrebbe impedito di svolgere la mansione che lo avrebbe reso un nome nel mondo.

La FIAT ci ripensa e lo recluta a 845 lire al mese. Disegnerà automobili per quarant’ anni, dando vita ai modelli “assoluti” della Fiat, quelli che hanno scandito la crescita dell’azienda e la modernizzazione del paese.  L’ avventura di Dante Giacosa comincia con la prima “500”, la Topolino, l’auto popolare che soddisfò la richiesta del senatore Giovanni Agnelli – «vorrei che costasse cinquemila lire e pesasse meno di cinquecento chili».

Ci sarebbero voluti anni (e anche un conflitto mondiale) per giungere al design della “Nuova Cinquecento”, l’utilitaria che ha accompagnato la motorizzazione italiana. Nelle realizzazioni di Giacosa si respira anche lo spirito di un’azienda che oscilla tra la necessità di sperimentare e la cautela verso le soluzioni troppo moderne (ad esempio la trazione anteriore, avversata per decenni dalla dirigenza). Passa alla storia una vita dedicata a ridurre, semplificare, migliorare l’auto per farne un prodotto di massa: proprio come la “500”, voluta a tutti i costi da Giacosa e da Valletta, a dispetto della sfiducia dei vertici; talvolta è l’ostinazione, sorretta da una buona dose di lungimiranza, a far sì che avvengano miracoli e si trasformino in miti.

Milano – 4 marzo 2020 – Presentata la Nuova 500 nel segno della sostenibilità, insieme agli esemplari unici realizzati con Bvlgari e Kartell, soci storici di Altagamma.

La Nuova 500 – la prima full-electric di FCA – viene presentata insieme alle edizioni One-Off, sviluppate con due rinomati soci storici di Altagamma: Bvlgari, con la B.500 “Mai troppo” e Kartell, con la 500 Kartell. Su entrambe le vetture è presente l’Icosaedro Altagamma, simbolo della bellezza matematica dell’universo, ideato Leonardo Da Vinci e scelto nel ’92 come logo della Fondazione.

Nel corso del 2019, infatti, la Fiat 500 è stata incoronata “icona dell’Italian Lifestyle”, simbolo del Made in Italy e ambasciatrice dello Stile di Vita italiano nel mondo.

Le One-Off puntano il riflettore sulla sostenibilità e sull’operato virtuoso di tutti i partner coinvolti, lasciando inalterati i “segni distintivi” di ogni singolo brand. Lo stesso tema verrà ripreso da Altagamma e inserito nel piano strategico triennale presentato dal nuovo Presidente Matteo Lunelli. Il ricavato delle vetture, che verranno messe all’asta, sarà devoluto ad un ente che promuove i valori e le pratiche della sostenibilità.

La 500 è un’icona del nostro Paese e del design italiano”, ha dichiarato Matteo Lunelli, Presidente di Altagamma“Con la sua straordinaria popolarità nel corso di più di 60 anni è diventata un simbolo del nostro stile di vita e, per questo, è stata nominata nel 2019 ICONA ALTAGAMMA. Le edizioni speciali One-Off, realizzate all’insegna della sostenibilità e in collaborazione con i nostri soci Bvlgari e Kartell, testimoniano la potenza di iniziative congiunte fra marchi eccellenti e l’importanza del network di Altagamma nel favorire collaborazioni intersettoriali tra il meglio del Made in Italy”.

Very food Confidential. Very Design Confidential.

Articoli Correlati