Picnic vegetariano: ricette e consigli utili

[dropcap size=small]È[/dropcap] una vera e propria arte quella di creare il perfetto picnic, tanto più se questo è un picnic vegetariano. Scagli la prima pietra chi, affrontando i primi picnic della stagione, non si è trovato nel cestino o borsa frigo panini affogati, insalate appassite, condimenti fermentati, salumi sudati e formaggi puzzoni. Per non parlare dell’eterna lotta contro le legioni di formiche e vespe capaci di assemblarsi intorno al luogo deputato per il nostro picnic, e il loro feroce attacco per le cibarie.

Eppure quando esplode la primavera, “mangiare fuori” assume tutta un’altra connotazione. A luoghi di charme al chiuso, si preferiscono terrazze e tavolini all’aperto, e al pranzo “fuori porta” si aggiunge la componente picnic: si parte su meravigliose avventure campestri, pranzi bucolici – con tanto di fresche tovaglie sull’erba e ceste traboccanti di ogni bontà.

Seguendo alcuni semplici accorgimenti, il vostro pranzo al sacco può non solo rivelarsi un successo senza stress, ma anche un piacevolissimo intermezzo verde e pausa relax nella frenesia cittadina. Per esempio, sotto la nostra tovaglia del picnic è sempre bene avere un telo isolante in plastica, quelli da giardinaggio sono l’ideale. Anche avere sempre a disposizione tanta carta da cucina e tovagliolini. Arnesi come un coltellino svizzero, apribottiglie, thermos e borracce, nonché posate e stoviglie biodegradabili. Importante anche avere buste e sacchetti per raccogliere i rifiuti e non lasciare spazzatura nel luogo del picnic al termine. I più piccoli avranno bisogno di un cappellino e crema solare, e infine per tenere lontani insetti indesiderati, spray biologico alla citronella.

[divider]Occorrente per il perfetto picnic vegetariano[/divider]

  • Cesta o borsa frigo (con eventuali placche congelate)
  • Telo di plastica da giardinaggio
  • Tovaglia gigante, o lenzuolo matrimoniale senza angoli
  • 2 rotoli di carta da cucina
  • 1 (o più) bottiglie di bollicine ghiacciate, avvolte nella carta stagnola
  • Apribottiglia
  • Borracce, bottiglie o thermos per l’acqua
  • Bicchieri, piattini e posate in Materbi, materiale biodegradabile
  • Sacchetti  per lo smaltimento dei rifiuti organici
  • 2 grandi contenitori Tupperware con coperchio
  • Coltellino svizzero
  • Spray insettifugo alla citronella
  • Salviettine imbevute multiuso
  • Crema solare ad alta protezione e cappellini per i più piccoli

Picnic vegetariano |

E ora parliamo del contenuto del vostro cestino per un picnic vegetariano. La comodità del panino è innegabile: portatile, gustoso e pieno zeppo di verdure appetitose. E poi, per rinfrescare, nel cesto da picnic non può mancare una croccante insalata di stagione. Per finire, una gustosa macedonia di frutta fresca adornata di noci e fiori eduli. Innaffiate tutto con vino frizzante, appendete l’amaca per un pisolino all’ombra, e la giornata vi sorriderà.

[divider]Panino Mediterraneo[/divider]

Il segreto sta nel pane, che con la sua mollica abbondante e la sua crosta casereccia, assorbe i sapori ed evita sgradevoli perdite. Pressando bene i panini, avvolgendoli e riponendoli nel cestino durante il viaggio assicura ulteriore sicurezza e delizioso mescolamento dei sapori.

Ingredienti per 4 panini 
1 piccola melanzana, affettata per lungo
1 piccola zucchina romanesca, affettata per lungo
2 pomodori piccadilly, affettati
Olio extra vergine di oliva
1 filone di pane “cafone” idealmente cotto nel forno a legna
50 g pesto
50 g paté di olive
4 bocconcini di mozzarella di bufala, sgocciolati e affettati
Foglioline di basilico fresco
Sale marino e pepe nero macinato fresco

Scaldate una padella antiaderente. Spennellate le verdure affettate con un po’ d’olio e grigliatele per 3-4 minuti per lato, o finché leggermente appassite e scottate. Trasferite ad un piatto a raffreddare. Tagliate il filone a metà dal lato corto e scavate, eliminando la maggior parte della mollica (tenetela da parte per fare il pan grattato), e poi aprite il filone a libretto per ottenere due metà aperte. Spalmate l’interno di una metà con il pesto e l’altra metà con il paté di olive. Disponete dividendo fra le due metà, le zucchine, melanzane, pomodori e mozzarella, e guarnite con il basilico. Condite con altro olio, e aggiustate di sale e pepe. Chiudete le metà, pressando. Tagliate a loro volta questi maxi-panini per ottenere 4  sandwich. Avvolgete ciascuno nella pellicola trasparente e schiacciateli con dei pesi (io ho usato dei barattoli di fagioli in scatola) per qualche minuto. Riponete nel cestino da picnic.

[divider]Insalata croccante[/divider]

Il trucco per ottenere i risultati migliori è tagliare il finocchio e la mela sottilissimi, con una mandolina. L’aggiunta di pezzetti di noce e tenere foglioline di misticanza creano un insieme di sapori freschi e gustosi.

Ingredienti
2 bulbi di finocchio, affettato sottile
2 mele Fuji o Granny Smith (acidule e succose), affettate sottili
2 manciate di tenera misticanza, songino o lattughino giovane
2-3 cucchiai di noci, tostate e sminuzzate
Pepe nero macinato fresco e sale marino
Il succo di 1/2 limone e il suo zest
Olio EVO

Tagliate i bulbi di finocchio verticalmente, ed eliminate la parte legnosa della “radice”. Usate una mandolina per ottenere fettine quasi trasparenti di finocchio. Fate lo stesso con le mele. A me piace lasciarvi la buccia, ma chi preferisce può – oltre ad eliminare i semi – anche pelarle. Unite finocchi e mele in una grossa ciotola Tupperware con coperchio, condite con sale, pepe e zest di limone. Aggiungete la misticanza e le noci e mescolate bene. In una ciotolina emulsionate l’olio con il succo di limone e aggiustate di sale la vostra citronette. Condite l’insalata e chiudete il coperchio del contenitore. Riponete nel cestino da picnic.

[divider]Macedonia di primavera[/divider]

L’insalata di frutta ahimè va preparata espressa e all’ultimo momento, per evitare che i succhi di vegetazione, lo zucchero e il limone facciano fermentare l’insieme. Di questa stagione ci sono bellissime fragole della varietà Favetta, gli ultimi aranci sanguinella, croccanti mele, frutti di bosco, banane, ananas; aggiungete pistacchi, nocciole, pinoli e chi più ne ha più ne metta; e poi tanta energetica frutta secca come datteri, uva sultanina, albicocche secche, etc. Come tocco finale, alla macedonia portatile, aggiungerete qualche tenero fiorellino di borragine. Tagliate a pezzettoni la frutta di stagione (a me piace così, ma ovviamente se ci sono bambini piccoli, è meglio fare pezzetti più a misura loro). Mettete tutta la frutta tagliata in un contenitore Tupperware con coperchio e condite con il succo di limone e di arancio. Spolverate di zucchero e cannella, aggiungete i pistacchi sminuzzati, e i fiori eduli. Chiudete il coperchio e agitate per mescolare bene. Riponete nel cestino da picnic.

Buona gita!

Eleonora Baldwin per Food Confidential @passerotto | www.aglioolioepeperoncino.com

Articoli Correlati