SOLIDARIETÀ DALL’ITALIA E DAL MONDO. Tutti uniti contro il Covid-19

Sono moltissime le iniziative di solidarietà promosse dall’inizio del contagio. Oltre alle donazioni, al volontariato, alla consegna della spesa a domicilio, alla conversione delle produzioni tessili in materiale tecnico per medici e infermieri, altre sinergie importanti hanno preso vita, talvolta valicando i confini nazionali.

  • Project Ganbei – Un’iniziativa che arriva dalle donne del mondo del vino cinese con l’obiettivo di sostenere l’Italia in questo momento difficile. Ganbei è l’equivalente del nostro amato “cin cin”, un termine che in lingua cinese significa brindisi. Promotrice del progetto è Erika Ribaldi, export manager di Frescobaldi sui mercati asiatici, che insieme a un gruppo di colleghi ha promosso la nascita di questo progetto umanitario, consapevole del gran valore derivante da una cooperazione produttiva e duratura tra due realtà geograficamente lontane ma accomunate dagli eventi recenti. Il Governo Cinese ha già dimostrato la sua vicinanza, inviando una équipe di medici e infermieri ,che nel frattempo hanno maturato una valida esperienza sul campo, per coadiuvare e assistere le nostre risorse all’interno dei reparti Covid-19 degli ospedali.

Le Donne del Vino sostengono Project Ganbei: dalla Cina un aiuto ...

#LEDONNEDELVINOCONVOI: L’ENOLOGIA IN ROSA SI MOBILITA PER FAR VIAGGIARE CON LA FANTASIA I WINELOVERS BLOCCATI IN CASA DALL’EMERGENZA COVID-19 E DARE LORO CORAGGIO. L’appello è stato raccolto da Donatella Cinelli Colombini, presidente dall’Associazione Nazionale delle Donne del Vino: «Raccogliamo l’appello di Erika e lo diffondiamo anche qui per aiutare chi, ogni giorno, lotta in prima linea».

Viaggiare con la fantasia in attesa di poterlo fare veramente – Le 900 Donne del Vino, provenienti da tutte le regioni italiane, inonderanno la rete con immagini e video delle loro cantine e dei loro vigneti. Radunati sotto l’hashtag #ledonnedelvinoconvoi, verranno lanciati per incoraggiare a resistere chi è chiuso in casa durante l’emergenza Covid-19. Lo scopo è trasmettere la passione per il proprio lavoro e valorizzare il coraggio e lo spirito combattivo colorati di rosa, di chi crede di poter fronteggiare anche le mille difficoltà causate dall’epidemia. Queste donne ci offrono una “fuga” virtuale nel mondo enogastronomico. Un appuntamento rimandato dicono le Donne del Vino con sguardo fiducioso verso il futuro: «Non mollate e state a casa, siamo con voi e vi aspettiamo al più presto!».

Il Project Ganbei raccoglie fondi per acquistare materiale sanitario in Cina sotto la supervisione di un team medico, sensibilizzando in particolar modo il settore vitivinicolo. Raccogliere donazioni per sostenere il lavoro di Protezione Civile, Croce Rossa e Istituzioni sanitarie Italiane. L’Ambasciata Italiana in Cina che sosterrà il pagamento delle spedizioni.

Per chi vuole contribuire dall’Italia, le donazioni possono essere fatte a:

OVERLAND FOR SMILES Onlus | Via Premuda,46 – 20129 Milano

IBAN: IT90I03111654500000000 | BIC: BLOPIT22 | CF: 97449320155

CAUSALE: Erogazione liberale pro-Covid-19

 

  • CASA SETARO DONA 500 MASCHERINE ALL’OSPEDALE DI BOSCOTRECASE: “E’TEMPO DI ESSERE SOLIDALI PER TORNARE PRIMA ALLA NORMALITÀ”

È il momento di essere solidali, contribuire con un piccolo gesto, aiutare il nostro paese per uscire da questa situazione quanto prima. Questo il pensiero del vignaiolo FIVI Massimo Setaro alla guida dell’azienda di famiglia “Casa Setaro”, situata nel più piccolo comune vesuviano, quello di Trecase, alle pendici del vulcano. Durante la pandemia, non sono mancate le manifestazioni di solidarietà nella provincia di Napoli. A fronte dell’emergenza Coronavirus, la cantina vesuviana ha deciso di donare 500 mascherine, all’Ospedale di Boscotrecase.

I vini del Vesuvio di Casa Setaro - Una Lacryma di mineralità ...

La famiglia Cetaro ha già creato tante agevolazioni per tutti gli appassionati, con consegne gratuite, box regalo per Pasqua, e innumerevoli sconti sui prodotti. Inoltre, solo per la città di Napoli, l’azienda garantisce la consegna in giornata.

“Quest’anno avevamo in programma di coinvolgere il nostro pubblico per festeggiare insieme la Pasquetta, organizzando un rinfresco nelle nostre vigne che godono di una vista del Vesuvio davvero spettacolare. Si rinvia all’estate e si darà il via anche a wine experience con tour, light lunch e degustazioni. Per la Pasqua ormai alle porte, invece, lanceremo una simpatica attività social per la Pasqua. E’ tempo di stare a casa e di goderci il tempo con i nostri cari. Io resto a Casa Setaro”.

 

  • DONA ORA E VIVI IL TUO SOGNO DOMANI – L’Hotel Santa Caterina di Amalfi e quattro eccellenze della Costiera, insieme per sostenere la ricerca per il vaccino contro il Covid-19.

L’Italia è unita nel sostegno della ricerca medica per porre fine all’epidemia e alleviare le condizioni di tante persone di questo tragico momento. I cinque vertici della stella più luminosa della Costiera hanno creato 40 e-voucher speciali, con l’obbiettivo di raccogliere dei fondi destinati al supporto dell’attività di sperimentazione in ambito dell’emergenza Covid-19, sostenendo concretamente il  Prof.Paolo Antonio Ascierto della Fondazione G. Pascale di Napoli.  Le eccellenze dell’ospitalità si riconfermano tali anche dal punto di vista umano, e sono:l’Hotel Santa Caterina di Amalfi, Il  San Pietro di Positano, Le Sirenuse, Palazzo Avino e lo storico ristorante Don Alfonso 1890.

Visitare la Costiera Amalfitana in barca: l'emozione di un punto ...

E’possibile acquistare gli e-voucher fino ad esaurimento dei 40 previsti. Ogni voucher potra’ essere usato entro 2 anni dalla prossima apertura, previa disponibilità confermata dall’albergo prescelto.

In che cosa consiste un e-voucher? È un luxury box valido per due persone che include un pernottamento di due notti e la possibilità di usufruire di vari servizi all’interno delle strutture alberghiere, trattamenti spa, 2 pranzi al mare o a bordo piscina, una cena gourmet e una presso il Don Alfonso. Al momento della prenotazione è necessario indicare la data per la cena al Don Alfonso.

Per partecipare alla raccolta fondi basta contattare uno dei cinque alberghi e accertarsi della disponibilità dell’e-voucher. Successivamente, si dovrà effettuare un bonifico di 5.000 euro sull’iban IT36 G030 6909 6061 0000 0067 055 intestato a Fondazione Melanoma Onlus inserendo nella causale “prenotato”.

Le cinque realtà coinvolte:

HOTEL SANTA CATERINA DI AMALFI

Hotel Santa Caterina, Amalfi – Prezzi aggiornati per il 2020

L’Hotel Santa Caterina, sinonimo di Amalfi nel mondo, grazie al bianco della facciata e alla splandida vista sul mare, è un susseguirsi di armoniose terrazze naturali, percorsi panoramici per rilassanti passeggiate e suites esclusive, dove i profumi della Costa e la ceramica vietrese sono un trait d’union potente che suggella il legame incondizionato dell’albergo con il territorio.

PALAZZO AVINO

Palazzo Avino, Ravello – Prezzi aggiornati per il 2020

Ravello – Superbamente scenografico. Il maestoso Palazzo Avino domina uno dei panorami più celebri al mondo, custodisce l’arte di un contesto suggestivo e ricco di storia. La giovane generazione che è alla guida della struttura ha arricchito l’offerta grazie ad una eccellente gastronomia stellata.

LE SIRENUSE

Le Sirenuse, Positano – Prezzi aggiornati per il 2020Le Sirenuse pulsa nel cuore di Positano. Universalmente apprezzata, la sontuosa dimora dal profilo elegante offre una veduta irripetibile sulle casette che fiancheggiano le tipiche viottole di questo luogo. I suoi ambienti, ricchi di stile e buon gusto, evocano la storicità della famiglia Sersale e risaltano l’identità presente con opere d’arte moderna dal fascino magnetico.

IL SAN PIETRO DI POSITANO

San Pietro, il tempio del lusso riapre i battenti ad aprile ...

La vista di Positano dalla sua terrazza è uno dei simboli dell’ospitalità italiana. L’albergo sorge su un promontorio proteso nelle acque cristalline e gode di un panorama che si estende fino ai faraglioni di Capri. Nasce dal sogno visionario di Carlino Cinque, che lo inaugura esattamente 50 anni fa e giunge oggi alla terza generazione della famiglia con un aspetto completamente rinnovato, nello stile e nella struttura, ma sempre fedele a quella tradizione di accoglienza che lo ha reso internazionalmente celebre negli anni.

DON ALFONSO

Per TripAdvisor il miglior ristorante d'Italia è il Don Alfonso ...

Bisognerà raggiungere Sant’Agata sui 2 golfi per assaggiare la rinomata cucina stellata della famiglia Iaccarino, un pilastro della cultura gastronomica campana e un punto di riferimento per tutti gli amanti del buon cibo. Chef Alfonso e la sua famiglia difendono un patrimonio culinario che fonde armoniosamente tradizione e rinnovamento.

  • ERNST KNAM LANCIA LA CAKE’S ANATOMY CHALLENGE

A tutti i pasticceri chiedo: che dolce porterete agli ospedali delle vostre città?

 RIEMPIRE DI DOLCEZZA TUTTI GLI OSPEDALI – Lo Chef ERNST KNAM lancia una sfida ai pasticceri di tutta Italia, la CAKE’S ANATOMY CHALLENGE, a cui ha dato vita insieme alla moglie Alessandra Frau Knam.

Ernst Knam: innovatore per passione - Dolcesalato

Una volta che la situazione lo permetterà, lo Chef regalerà a tutti gli ospedali di Milano una sua creazione formato maxi: una grande crostata al cioccolato Frau Knam Señorita 72, il cioccolato di altissima qualità che lui stesso ha selezionato e importato dal Perù. Il suo desiderio è che il suo gesto venga replicato e che l’ospedale di ogni ogni città riceva, dopo la ripartenza, la maxi creazione di un pastry chef dell’alta pasticceria italiana.

La crostata al cioccolato di Ernst Knam: la ricetta monoporzione

Nel post, Knam invita a partecipare alla challenge i pasticceri di tutta Italia, volti noti e non, chiedendo loro che dolce pensano di portare negli ospedali della loro città.

Conclude il post taggando Iginio Massari, AMPI (Accademia Maestri Pasticceri Italiani), Luigi Biasetto, Sal De Riso, Roberto Rinaldini, Leonardo Di Carlo, Pasticceria Martesana, Gino Fabbri Pasticcere – La Caramella, Fabrizio Galla – Master Pastry Chef & Chocolatier, Luca Montersino, Gianluca Fusto, Davide Comaschi e Emmanuele Forcone…e chiede “chi di voi è con me?”

#iostoconknam

#cakesanatomychallenge

Very Team confidential! Very Food Confidential!

 

 

 

Benedetta Ercolino
Ho un nome un po’ lungo che nessuno pronuncia mai per intero, a riprova del fatto che nasciamo tutti pigri e pervasi di creatività. Sono un perito grafologo con una laurea in graphic & communication design, storytelling , product e packaging design. Scrivo storie per passione e ballo salsa per dimenticare la pasta scotta che ho dovuto buttar giù per educazione. Amo la buona cucina e le persone accurate, che trasformano in arte anche una semplice pasta olio e parmigiano.

Articoli Correlati