SOCIAL FOOD FORUM a Matera

John Thackara, social designer e scrittore inglese di chiara fama, insieme a Mammamiaaa, lancia il primo “Social Food Forum” della storia a Matera. Era ora. Non c’è nulla che sia più importante dell’impatto del cibo sull’ambiente, le persone, le economie e la politica e il momento è propizio non solo per fare le riflessioni del caso, ma soprattutto per passare all’azione.

L’incontro è in programma domenica 10 marzo 2019, alle 10.30, nella sala Levi di palazzo Lanfranchi a Matera, “Capitale della cultura europea” insieme a 15 social food curator da tutta Italia. Durante l’evento il Social Food Forum raccoglierà storie di casi virtuosi del mondo dell’agricoltura, della cucina, del cibo, delle città sostenibili e intelligenti.

Il Social Food Forum è co-prodotto da Casa Netural Matera’s social innovation hub, e  Matera Basilicata 2019 Foundation, con John Thackara.

Partecipa al Forum un folto eterogeneo gruppo Made in Italy: i fondatori di Wonder Grottole il progetto alternativo di ripopolamento del paesino di Grottole, in provincia di Matera; gli intraprendenti ragazzi di FunkyTomato, creatori di una filiera agricola ad alto impatto sociale ( NDR. dei quali siamo sostenitori con Food Confidential e la sottoscritta come madrina ); gli artefici di Vazapp, lhub rurale che riunisce agricoltori e imprenditori dell’agroalimentare; i proprietari dell’azienda biologica il Querceto”, che con “Rete Semi Rurali” si è specializzata nella salvaguardia delle varietà di orzo, frumento e farro;“Panecotto ethical bistrot” un progetto di inclusione sociale, grazie all’inserimento di soggetti svantaggiati in un franchising lucano che punta sui prodotti locali; Agrinetural che ricerca e sviluppa un metodo operativo per riqualificare gli spazi verdi abbandonati e/o inutilizzati delle città, al fine di trasformarli in orti, giardini e luoghi di relazione; “Liminaria“, nella zona del Fortore, tra le province di Benevento, Foggia e Campobasso, un progetto di co-working e eventi culturali in residenze artistiche e Casa Netural che mappa i luoghi abbandonati per farli divenire spazi coltivabili.

I pomodori ‘Funky Tomato’

Ci saranno anche aziende leader nella vendita di prodotti biologici come Alce Nero e realtà rivoluzionarie e irriverenti come Avanzi popolo 2.0, che,  proprio nella vicina Bari, combattono lo spreco di cibo e recuperno le eccedenze alimentari per ri-distribuirle.

Dall’estero invece sollecitazioni su aree rurali marginalizzate, agricoltura urbana e molto ancora da Spagna, Svezia, Francia, Ungheria e Olanda.

Partner del Social Food Forum e di Mammamiaaa anche: UPER Scuola Superiore d’Arte Applicata del Castello Sforzesco, Università Degli Studi della Basilicata, Italian Food Experience e B-Link.

Insomma grandi aspettative da questa iniziativa unica nel suo genere e soprattutto tutto questo finalmente è food design!

Noi di Food Confiential ci saremo.

Nerina Di Nunzio
I miei piatti preferiti? Pizza, gelato e tutto quello che è giapponese. Sono autrice e presentatrice TV, in realtà sono anche un avvocato pentito, esperta di marketing digitale e comunicazione. Per 7 anni sono stata direttore Marketing e Comunicazione del GAMBERO ROSSO e del Master in Giornalismo Enogastronomico, ho fondato l'agenzia di comunicazione e casa editrice Food Confidential, ho diretto per due anni la Scuola di Cucina della rivista "La Cucina Italiana" del Gruppo Condé Nast e per tre anni la sede di Roma dello IED - ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN. Insegno all'Università Roma TRE nel "Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche" e sono coordinatrice del MASTER in FOOD DESIGN PROJECT EXPERIENCE. In realtà vado anche pazza per il cioccolato e sono assaggiatrice esperta di birra e vino! Super appassionata di viaggi, arte e design, QUALITY AMBASSADOR di "cosaporto.it". La prossima sfida? Tra poco!

Articoli Correlati