WESTIN GOT TALENT: giovani mixologist in gara per il futuro

A Roma è andata in scena la 5° edizione di Westin Got Talent, il format firmato The Westin Excelsior Rome per la scoperta di giovani talenti.

Dopo le passate 4 edizioni che hanno visto sfidarsi giovani promesse nella preparazione di ricette superfood, nella danza, nel canto e nelle arti in generale, quest’anno il The Westin Excelsior Rome si è lanciato alla scoperta di nuovi talenti nell’arte della mixology.

In collaborazione con AIBES (Associazione Italiana Barmen e Sostenitori), lo storico Hotel di Via Veneto, il 17 aprile 2019 ha ospitato 15 giovani studenti AIBES provenienti da tutta Italia, dai 18 ai 25 anni, che si sono sfidati per contendersi una borsa di studio del valore di 750 Euro per il corso avanzato di Barman, l’inserimento del cocktail vincente nella nuova drink list dell’ORVM Bar e altri importanti premi per il secondo e terzo classificato.

Il tema è stato “Cardinale Twist” dove i giovani aspiranti Bartender si sono cimentati nella rivisitazione del Cardinale, il cocktail inventato all’Excelsior nel 1950 durante la Dolce Vita, e impostosi sin da subito a livello internazionale, come “rivale” del Negroni.

Il cocktail è nato proprio qui grazie all’estro creativo di Giovanni Raimondo, Capobarman e figura di spicco del bartending romano. All’epoca, grazie anche alla vicinanza dell’Ambasciata Americana, l’allora Hotel Excelsior accoglieva personaggi di rilievo e fama internazionale. Tra questi, il Cardinale Spillmann un noto cardinale, estimatore del riesling della mosella e appassionato del Negroni. E’ per lui che fu creato per la prima volta il Cardinale, modificando la ricetta originale con l’aggiunta di vermouth dry e chiamato così anche per il colore del drink, particolarmente rosso come l’abito cardinalizio. In breve tempo divenne il cocktail più amato e simbolo della Dolce Vita.

Tra gli ingredienti principali ci sono il Gin, il bitter Campari e il Martini Dry. I concorrenti hanno dato un tocco personale e originale non solo negli ingredienti ma anche nella decorazione.

A giudicarli, esperti e giornalisti che hanno valutato le prove dal punto di vista tecnico, decorativo e gustativo. Giurato special guest Mauro Lotti, barman icona del bere miscelato e cultore del cocktail Martini.

La vincitrice, tra 18 ragazzi, è stata Maila Mele, 24 anni di Salerno, che ha presentato il la sua rivisitazione del “cardinale twist” dal nome OPUS (4.5 CL Gin Bombay, 2 CL Arum, 2, CL Martini ambrato, 1 CL Bitter Martini, Dash Orange Bitter).

“Sono particolarmente orgoglioso che questo appuntamento sia diventato oramai annuale, e che nel suo piccolo Il The Westin Excelsior Rome, riesca ad incentivare i sogni di nuovi talenti dando la possibilità di sperimentare e mettere a frutto piccole e grandi passioni” ha dichiara Marc Lannoy, Complex General Manager.

L’evento è stato realizzato in collaborazione con AIBES, Martini, Fabbri 1905, Cortese Premium Soft Drink.

The Westin Excelsior Rome coltiva i giovani talenti. Grande sostenitore della filosofia “Eat Well”, ha incentivato piccoli Chef che si sono cimentati per le prime 3 edizioni nella preparazione di ricette Superfood, alla presenza dei vincitori di Junior Master Chef Italia, Spagna e Gran Bretagna. Dallo scorso anno, sostenendo il programma del marchio Westin “Play Well”, ha incoraggiato i più piccoli nelle arti e nella danza. Da quest’anno, il The Westin Excelsior Rome, si fa promotore di ragazzi che si affacciano nel mondo del lavoro, dando loro la possibilità di specializzarsi in una professione.

Articoli Correlati