Valerio Capriotti

Bio

Romano con quasi quaranta vendemmie alle spalle. Da sempre amante della buona tavola e delle buone maniere, cresciuto a pane col pomodoro "strusciato" sopra e prosciutto al taglio, che doveva sempre presenziare la cucina di mamma. Spaccio vini non convenzionali, adoro ricercarli e raccontarli. Tanta esperienza, molte mangiate e parecchie bevute alle mie spalle, e tante altre da voler ancora fare. Uno e Bino, Roscioli, Ciccio Sultano, Niko Romito, queste le mie esperienze maggiori. In palestra vado solo se fanno aperitivo!

Socials

Ultimi Articoli

Le strade del vino, cantine e...

Il polmone verde del cuore tricolore. Umbria. Come potrebbe non essere una regione vocata...