Tartufi e amore: la famiglia Savini

Cristiano è un bel ragazzo alto intelligente e solare e la sua compagna altrettanto.
Sono stata da loro per raccontare la storia di “Savini Tartufi” ( Tuscany )  nel mio spazio su La7: Food Confidential I Segreti del Cibo.

La famiglia Savini conta ad oggi 4 generazioni di tartufai. Dal capostipite Zelindo negli anni 20, intraprendente guardiacaccia che inizio l’avventura vera e propria, passando per Luciano il figlio che lo seguiva e lo incoraggiava, introducendo la cucina e la trasformazione del prodotto per allargarne le possibilità di vendita e distribuzione.

Cristiano con i suoi fratelli ha avviato invece la ristorazione dedicata al tartufo, iniziando a Milano con “il Tartufotto”, il primo luogo interamente legato alla degustazione di tartufi “in tutte le salse”, poi presso il “Mercato Centrale” di Firenze, quello di Roma e presto a Torino.

Quando Cristiano e sua moglie, pochi giorni fa sono arrivati a prendermi in stazione spaccando il minuto, il mattino era freddo e  Firenze accoglieva il primo vero inverno. Senza retorica, vi assicuro che il loro calore è arrivato subito al mio cuore. Gentili, accoglienti e affettuosi mi hanno coccolato e accolto.

Appena siamo giunti all’Hotel Porta Rossa, dove si trova il Savini Truffles Restaurant di Firenze, dopo una lauta prima colazione, mi hanno fatto visitare la struttura con grande orgoglio: Porta Rossa è il primo albergo d’Italia, il più antico con una torre mozzafiato che risale al tredicesimo secolo.

Porta Rossa si trova nell’antico Palazzo Bartolini, insignito recentemente della quinta stella, è al centro delle bellezze storiche e artistiche di Firenze. Boutique hotel 5 stelle è unico nel suo genere, infatti nel 2010 ha vinto il premio “European Design Awards” rappresentando così la perfetta fusione fra vecchio e nuovo.

Il Truffles Restaurant è un luogo raccolto ed elegante, dove troneggia una grandissima immagine del bosco che si trova vicino all’azienda Savini, tra Pisa e Firenze in Toscana, e dove si può pasteggiare con un intero menu a base di tartufi, dai piatti più classici della tradizione toscana, fino al Tiramisù al tartufo che vi assicuro è buonissimo.

Taglioni al tartufo bianco, uovo al tegamino con scaglie di tartufo sono stati la mia merenda a metà mattino! Tartufo tutto l’anno è il motto di questo posto: dal Nero Pregiato al Bianchetto, per arrivare al Tartufo Bianco per eccellenza, il “Tuber magnatum Pico”*.

*(Qui potete leggere di tutte e 7 le tipologie di tartufo che esistono, abbandonando così la credenza che il Tartufo Bianco sia l’unico degno di nota.)

Tanto per citare altre proposte del menu del Savini Truffles Restaurant, potete trovare: maialino cotto a bassa temperatura servito con senape e liquirizia con tartufo a scelta, raviolo di funghi porcini con burrata e salsa di mirtilli e tartufo a scelta o addirittura il polpo, infuso di tabacco alla vaniglia ed emulsione di broccoli.

Il mio prossimo appuntamento in casa Savini sarà invece la Truffle Experience!

La Truffle Experience è un’immersione totale nel misterioso mondo del tartufo, un’esperienza per veri appassionati di tour enogastronomici. L’obiettivo è vivere la ricerca del tartufo insieme a tartufai esperti e i loro astuti cani, in mezzo alla natura per chiudere in bellezza a tavola assaggiando prelibatezze abbinate a selezionati vini del territorio.

Io ho prenotato tra pochissimi giorni. Venite con me?

MORE INFO: www.savinitartufi.it

 

Nerina Di Nunzio
I miei piatti preferiti? Pizza, gelato e tutto quello che è giapponese. Oggi sono il Direttore di IED ROMA, sono un avvocato pentito, esperta di marketing digitale e comunicazione, per 7 anni sono stata direttore Marketing e Comunicazione del Gambero Rosso e del Master in Giornalismo Enogastronomico, ho fondato l'agenzia di comunicazione e social media strategy Food Confidential e ho diretto per due anni la Scuola di Cucina della rivista La Cucina Italiana del Gruppo Condé Nast. In realtà vado anche pazza per il cioccolato e sono assaggiatrice esperta di birra e vino! Super appassionata di viaggi, arte e design. La prossima sfida? Tra poco!

Articoli Correlati