Un SAN VALENTINO chic e molto milanese: MARCHESI 1824

Non c’è niente da fare, a me Milano piace da impazzire perché non si trascurano mai i dettagli e tutto ha una sua ragione d’essere. San Valentino per esempio e quello che accade nelle vetrine dei negozi.

Tra le più belle, ci sono sicuramente quelle della storica pasticceria Marchesi 1824, con le sue tre location.

In questa settimana dedicata all’amore infatti, un trionfo di dolcezze di San Valentino popolerà gli scaffali di Marchesi 1824: fresche crostate a forma di cuore con lamponi, fragole e ribes; cuori di cioccolato fondente impreziositi da eleganti ricami rossi; romantici biscotti con cuore di lampone ( il lampone va per la maggiore!); caramelle assortite in confezioni trasparenti, gelatine giganti e fondant ai frutti rossi.

Non mancheranno i tradizionali gianduiotti di Marchesi, ma la più divertente trovata sono sicuramente le iniziali dorate che possono essere personalizzate sulle praline a forma di cuore, al gianduia e al lampone.

Cioccolato e amore hanno una lunga storia in comune e qui da Marchesi 1824 lo sanno bene.

Lo storico negozio in via Santa Maria alla Porta ha ben 200 anni di storia e dopo 200 anni è ancora in prima linea per difendere una bella tradizione familiare. Oggi, sotto la guida del nipote di Angelo Marchesi (che si chiama come il nonno) e della sua famiglia, la pasticceria è diventata la meta preferita per un’elegante clientela cosmopolita.

L’edificio principale che ospita la pasticceria Marchesi è un edificio settecentesco nel cuore di Milano, in Via Santa Maria alla Porta 11/a, per la precisione. Qui, nel 1824, la famiglia Marchesi aprì la pasticceria di cui parliamo ancora oggi.
Nei primi anni del Novecento il proprietario, Angelo Marchesi, iniziò a servire caffè, bevande e cocktail all’ora dell’aperitivo, oltre a dolci appena sfornati, torte, biscotti e dolciumi. La Pasticceria Marchesi non era soltanto una pasticceria di alta qualità, ma anche un bel caffè dove incontrarsi a Milano.

Fin dai primi tempi, la Pasticceria Marchesi ha conservato i suoi arredi originali dei primi del Novecento, i soffitti a cassettoni, gli antichi specchi e le lampade in stile art déco. È rimasta fedele alle sue tradizioni e alla produzione artigianale basata sull’accurata selezione delle materie prime, l’alta maestria pasticciera e l’attenzione ai dettagli.

Dopo l’acquisizione da parte del Gruppo Prada, Marchesi 1824 ha aperto due nuovi sedi a Milano, nelle esclusive location di via Monte Napoleone 9 e in Galleria Vittorio Emanuele II. E’ qui dunque che potrete trovare il regalo dolce per la vostra metà o darvi appuntamento per una prima colazione romantica.

Buon San Valentino!

 

 

 

Nerina Di Nunzio
I miei piatti preferiti? Pizza, gelato e tutto quello che è giapponese. Sono autrice e presentatrice TV, in realtà sono anche un avvocato pentito, esperta di marketing digitale e comunicazione. Per 7 anni sono stata direttore Marketing e Comunicazione del GAMBERO ROSSO e del Master in Giornalismo Enogastronomico, ho fondato l'agenzia di comunicazione e casa editrice Food Confidential, ho diretto per due anni la Scuola di Cucina della rivista "La Cucina Italiana" del Gruppo Condé Nast e per tre anni la sede di Roma dello IED - ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN. Insegno all'Università Roma TRE nel "Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche" e sono coordinatrice del MASTER in FOOD DESIGN PROJECT EXPERIENCE. In realtà vado anche pazza per il cioccolato e sono assaggiatrice esperta di birra e vino! Super appassionata di viaggi, arte e design, QUALITY AMBASSADOR di "cosaporto.it". La prossima sfida? Tra poco!

Articoli Correlati