GREZZO RAW CHOCOLATE: la pasticceria crudista fa il bis a Roma

Grezzo Raw Chocolate raddoppia a Roma e apre il secondo punto vendita nel cuore del Ghetto, di fronte alla celebre Fontana delle Tartarughe.

Dopo lo storico locale di Via Urbana 130 a Monti, Grezzo Raw Chocolate apre un secondo store nel cuore della Capitale, precisamente in Piazza Mattei 14. I protagonisti sono sempre loro, i dolci realizzati con le tecniche della pasticceria crudista.

Grezzo è la prima pasticceria crudista del mondo, un progetto firmato Nicola Salvi che ha aperto i battenti nel 2014 a Roma.

La nuova location, inserita in un palazzo storico del ‘500, si integra nel contesto con una ristrutturazione che valorizza gli elementi architettonici esistenti. Un ambiente caratterizzato, come sono gli altri del brand, da un design minimal motivato dall’esigenza di mettere tutta l’attenzione sull’atto della degustazione, senza distrazioni; essere nel momento, assaporare ogni particolare, prendersi del tempo per sé stessi.

Oltre alle classiche proposte come il cioccolato crudo, la Sacher crudista e il gelato integrale senza latte e zucchero bianco, con la nuova apertura arrivano anche nuovi prodotti come il Dama, un dolce con crema di noci di macadamia e il Bocconotto Dark in cui una frolla crudista a base di cacao crudo essiccata a bassa temperatura, racchiude una morbida crema crudista all’arancia. Come per la storica sede di Via Urbana a Monti, tutti i prodotti sono senza glutine, lievito e latte, oltre ad essere kosher come vuole la tradizione del Ghetto.

Attualmente sono tre i punti vendita di Grezzo (i due di Roma e quello di Milano in zona Isola), accompagnati da un sito e-commerce molto attivo e da un grande laboratorio specializzato alle porte di Roma.

L’universo della pasticceria crudista, nato come un esperimento visionario, si è ormai trasformato in una realtà consolidata e apprezzata da migliaia di consumatori. Segno dei tempi che cambiano? Dopo 6 anni di attività, l’azienda esce dall’alveo delle startup ed entra a pieno titolo tra le realtà affermate nel panorama del food made in Italy e senza dubbio con una posizione di rilievo nel panorama mondiale dove non si registrano iniziative rilevanti nell’ambito della pasticceria crudista.

Ma quali sono i motivi del successo del progetto Grezzo? Ingredienti biologici selezionati, processi produttivi a freddo, ricette originali e inedite, e una grande focalizzazione sulla salute del consumatore.

In questi anni Grezzo ha dimostrato che è possibile realizzare prodotti sani, gustosi, belli, senza usare artifizi, ma, al contrario, solo prodotti naturali, integrali, vegetali e biologici, processi produttivi a basse temperature e effetti collaterali positivi per i consumatori.

Come spiega il fondatore e amministratore Nicola Salvi: “Il nuovo store è il risultato di tante battaglie con la macchina burocratica di Roma e con il Covid, iniziate nel 2018. Fortunatamente siamo ospitati da proprietari delle mura che hanno creduto nel progetto e ci hanno sostenuto per tutto questo periodo. Senza di loro e senza la mia famiglia, non ci sarei riuscito. Avviare una nuova attività su strada in questo periodo è una scommessa rischiosa, tuttavia credo che bisogna tornare a credere in un futuro fatto di socialità e incontri, di scambio e di comunicazione dal vivo, in cui il cibo diventa strumento di benessere e di umanità. In questi anni le proposte di Grezzo sono cresciute costantemente grazie ad un intenso lavoro di ricerca e sviluppo per scoprire i confini della pasticceria crudista”.

E per chi non sa nulla di pasticceria crudista? In ogni store c’è una squadra di consulenti del gusto, personale preparato e appassionato, in grado di accompagnare chiunque nel viaggio di scoperta dei dolci senza cottura.

 

Very Food Confidential.

Articoli Correlati