GUSTO KOSHER 2021 Podcast Edition. L’enogastonomia ebraica da ascoltare

Quest’anno GUSTO KOSHER diventa Podcast Edition: dal 24 febbraio 2021 su Spreaker e sulle altre principali piattaforme per ascoltare podcast.

Il primo evento live italiano dedicato allenogastronomia ebraica diventa il primo evento food italiano che si presenta in una versione per lascolto.

4 ingredienti, 4 ospiti e 4 episodi di 20 venti minuti l’uno, da ascoltare sorseggiando un bicchiere di buon vino. Ovviamente kosher! Questa è la ricetta per l’edizione nativa Podcast di Gusto Kosher, l’evento italiano per eccellenza dedicato all’enogastronomia ebraica, da oggi online su Spreaker e sulle principali piattaforme per ascoltare podcast.

«Un anno fa, ci stavamo preparando percelebrare il 20° anniversario», spiega Giovanni Terracina, co-founder di Le Bon Ton Catering, che produce l’evento. «Era quasi tutto pronto: location nuova, formuladiversa, ospiti confermati. Stavamo prendendo le misure degli spazi per l’allestimento. Avevamo un palinsesto di appuntamenti pronto. E stavamo per mandare le prime comunicazioni. Poi, in quel momento di un anno fa, tutto si è fermato. Dopo la delusione iniziale abbiamo pensato a come riproporre la dimensione “esperienziale” che avevamo immaginato, adattandola a un contesto completamente trasformato. Abbiamo continuato ad annusare l’ariae a studiare le tendenze,senza perdere di vista l’obiettivo: far circolare estro e competenza, conoscerestorie e persone, sviluppare idee e progetti, con un occhio sempre vigile sullo scambio culturale tra Italia e Israele. Il potere antico ed evocativo del suono è stata la chiave naturale: quando non puoi abbinare al Gusto, la vista, l’olfatto e il tatto… allora punta tutto sull’ascolto!».

Così è nata ledizione Podcast di Gusto Kosher!

Oltre ad avere nel team consumatori di podcast, abbiamo considerato il contesto: lItalia è il sesto paese al mondo dove si ascoltano più podcast (fonte Podcast Insight 2019). Erano 10 milioni, gli ascoltatori italiani di podcast, nel 2018. Sono diventati 12,1 milioni nel 2019, facendo registrare un incremento del 16%. Sono 1,7 milioni gli ascoltatori unici (persone che hanno ascoltato almeno un podcast) in Italia nel 2019 (fonte report Voxnest 2019). La loro età media è tra i 25 e i 35 anni. Ciascuno di loro ha dedicato un tempo medio di ascolto di 25 minuti (fonte ricerca Nielsen Lab 2019 per Audible). Poi è arrivato il fenomeno Clubhouse.

«Quando abbiamo sentito parlare di questa versione innovativa di Gusto Kosher, ci siamo subito buttati nella mischia – we jumped into the pan -. Il patrimonio culturale del cibo ebraico e israeliano è sempre qualcosa da celebrare e siamo sicuri che questa versione podcast sarà come “latte e miele” per le nostre orecchie. Beteavon!», è l’augurio di Ariel Bercovoch, Consigliere per gli Affari Pubblici dell’Ambasciata di Israele in Italia.

Curiosità, storie, ricette e sapori. La prima stagione è una mini-serie diquattro episodi. Un viaggio alla scoperta della kasherut e una finestra sulla cucina israeliana. Ogni episodio è un’incursione nelle cucine degli chef. Si fanno chiacchiere, in compagnia di Giovanni Terracina, e di un ospite, sempre diverso.

Si inizia, dal 24 febbraio 2021, con Roy Salomon Caceres, chef di origine colombiana, una stella Michelin per il ristorante Metamorfosi a Roma, lanciato nella nuova impresa Carnal. Dal sud America al Medio Oriente, passando per la cucina giudaico-romanesca,i due cuochi condividono ricordi e ricette a base di uno degli ingredienti più popolari anche della cucina italiana, la melanzana.

Il secondo episodio, dal 3 marzo, è l’incontro con Ginevra Antonini, uno dei volti nuovidella storica trasmissione italiana “La Prova del Cuoco”. Dalle esperienze all’estero al catering, un percorso di vita piuttosto simile accomuna i due cuochi che, tra memorie e sapori, si confrontano su due ingredienti diversi e lontani, ma con alcuni elementi in comune (un po’ come loro stessi!): ilcarciofo e il topinambur (noto anche come “carciofo di Gerusalemme”).

Il terzo episodio, dal 10 marzo, ha per ospite Francesco Apreda, origini napoletane e spirito internazionale, una stella Michelin per il suo recente progetto Idylio by Apreda. DallIndia a Roma, passando per Israele e il Nord Africa:un viaggio lungo la via delle spezie, con due cuochi, entrambi affascinati dai colori, dai profumi e dai sapori che raccontano storie di tradizioni e di popoli lontani.

Il quarto e ultimo episodio, dal 17 marzo, ospita una storica amica di Gusto Kosher, Ornella De Felice, chef di Coromandel, l’intimo locale nel cuore di Roma, che propone pasticceria artigianale e piatti creativi, arredi vintage e pareti colorate.La chef, che era stata ospite di una recente edizione di Gusto Kosher Live, sfida Giovanni Terracina sul terreno dei ceci, ingredienti fondamentali sia nella tradizione giudaico-romanesca sia di uno dei piatti più amati in Israele, l’humus.

La prima stagione di Gusto Kosher Podcast Edition è introdotta da Nerina Di Nunzio, esperta di marketing digitale e comunicazione, founder di “Food Confidential”, azienda che si occupa di editoria, comunicazione, social media strategy, eventi e pubbliche relazioni per ilFood, il Beveragee il Design.

La conclusione, una riflessione sulle differenze tra cucina ebraica, kosher e israeliana, è affidata a Fabiana Magrì, giornalista che vive tra Italia e Israele, founder di “Beshushu. Il viaggio dietro le quinte”, l’attività con cui disegna esperienze su misura per i viaggi e per il tempo libero di qualità, per viaggiatori ed Expat, in Italia, in Israele e nel mondo.

Gusto Kosher Podcast Edition è prodotto da Lebonton Catering, in collaborazione con Food Confidential e Beshushu, con il contributo dellAmbasciata di Israele a Roma.

 

Very Food Confidential.

 

Articoli Correlati