BIRRA DEL BORGO A IDENTITÀ GOLOSE. Il futuro della trattoria

Promuovere la cultura della birra in Italia: è questo il messaggio che Birra del Borgo cerca di diffondere da sempre.

Soprattutto nel ’95, quando parlare di birra non era poi così scontato, Leonardo Di Vincenzo abbandona il mondo della ricerca accademica e le sue certezze per assecondare la sua grande passione. Oggi Birra del Borgo, che nel frattempo di passi ne ha fatti tanti, varca i confini di nuove realtà e continua la sua ascesa con lo stesso entusiasmo di sempre.

Come è approdata nell’olimpo delle grandi birre? Ha investito molto in formazione e ha collaborato con tanti nomi importanti dell’enogastronomia: “Accademia Niko Romito” e  “Giunti Academy School of management” per citarne due; ha persino ideato il primo master in “Beer Business Management” in Italia. Senza snaturarsi, ha favorito l’avvicinamento del mondo della cucina a quello della birra puntando su gusto, ricerca e qualità.

Viene da sé che la partnership con Identità Golose è per Birra del Borgo la naturale continuazione del percorso iniziato anni fa. Per questo, nella tredicesima edizione della Guida ai ristoranti d’Italia, Europa e Mondo di Identità Golose troverete un nuovo simbolo dedicato alla Birra, la PINTA ROMANA, il bicchiere iconico ispirato a quello delle osterie di una volta, ideato da Birra del Borgo per la birra LISA. L’augurio è quello di vederlo diventare presto il simbolo di una nuova collocazione della birra nella ristorazione. Il calice verrà sostituito per valorizzare quei luoghi in cui si promuove la vera cultura della birra, per qualità, per racconto e per consumo. Grazie a Birra del Borgo, al congresso Identità Golose 2020 ci sarà una novità assoluta: la Trattoria. Amata da molti, non è sempre contemplata dalla critica che la considera una realtà di serie B rispetto all’alta cucina.

Nella trattoria dei nostri giorni Birra del Borgo vede il futuro.

La gastronomia è una scienza multidisciplinare in cui il cuoco, il birraio, il pizzaiolo, il panettiere diventano figure di confine, ovvero parti di un tutto in grado di generare innovazioni importanti e rilevanti, ognuno nel proprio settore di attività.

GLI APPUNTAMENTI SU E GIU’ DAL PALCO DURANTE IL CONGRESSO

  • SABATO 7 MARZO ALLE 16,30, NELLA SALA BLU 1 DEDICATA ALLE “IDENTITÀ ECCELLENTI”, SI DISCUTERÀ DE “IL FUTURO DELLA TRATTORIA”, CON MARCO BOLASCO (DIRETTORE ENOGASTRONOMIA GIUNTI), EUGENIO SIGNORONI (CURATORE OSTERIE D’ITALIA E BIRRE D’ITALIA), JURI CHIOTTI. (REIS, FRASSINO–CUNEO E DIEGO ROSSI (TRIPPA, MILANO).

La trattoria da simbolo trascurato è diventato modello di riferimento, da seguire e imitare. Punti di forza l’accoglienza e l’informalità, nonchè lo stretto legame con la filiera produttiva, di prossimità, uno sguardo rivolto alla tradizione, con sempre maggiore libertà. E prezzo corretto. Juri Chiotti e Diego Rossi ne sono due grandi interpreti e il loro pensiero ben sintetizza il “Senso di Responsabilità”, tema di Identità 2020. Esaltare al massimo il lavoro di contadini, allevatori e artigiani che mettono in moto l’intero “processo”, alterare il meno possibile la materia prima, presentarla in modo semplice e diretto, senza artificio, dura e pura come le sapienti mani di coloro che l’hanno concepita.

  • DOMENICA 8 MARZO ALLE 12,30, DIEGO ROSSI (TRIPPA, MILANO) SALIRÀ SUL PALCO DELL’AUDITORIUM sotto la regia di Marco Bolasco per raccontarsi e lanciare un’anteprima assoluta.
  • LUNEDÌ 9 MARZO ALLE 13,45, IN SALA BLU 2, LUCA PEZZETTA, CHEF PIZZAIOLO DE L’OSTERIA DI BIRRA DEL BORGO DI ROMA, racconterà due ricette ispirate alla tradizione romanesca e al suo percorso di pizzaiolo legato al mondo della birra.

Birra del Borgo avrà voce anche all’interno di “IDENTITÀ DI PANE E PIZZA”.

Presso lo stand di Birra del Borgo, ogni giorno dalle 12 alle 15, si alterneranno trattorie e osterie per raccontare idee, storie e piatti. Sabato 7 marzo l’ospite allo stand sarà Leonardo Vignoli, della storica trattoria “Da Cesare” al Casaletto di Roma, domenica 8 marzo sarà la volta di Andrea Gherra e Pietro Vergano, quelli che con Consorzio (Torino) hanno scritto una pagina importante della trattoria di oggi. A chiudere gli appuntamenti allo stand, lunedì 9 marzo, ci saranno Franco Franciosi e Francesco D’Alessandro della trattoria Mammaròssa di Avezzano.

Very Beer Confidential. Very Food Confidential.

Articoli Correlati