Food Wine Design Week tra food e design

Presentata in anteprima al Salone Internazionale del Mobile di Milano per mettere ancora più in evidenza  le nuove interconnessioni, i nuovi legami fra il gusto delle tradizioni enogastromiche delle Langhe e le idee più contemporanee del design italiano di un calendario di appuntamenti che toccheranno Alba e tutto il territorio delle Langhe dal 6 al 9 giugno 2014 con la Food Wine Design Week.

Food Wine Design (FWD) è invece l’associazione nata grazie all’incontro tra due professionisti Aldo Cingolani, CEO Bertone Design e Presidente dell’Associazione, e Franco Miroglio, proprietario di Tenuta Carretta di Piobesi d’Alba e responsabile del comparto vinicolo della famiglia Miroglio, per promuovere l’incontro tra cultura enogastronomica e design . L’idea ha subito catturato l’interesse dell’imprenditore asiatico Muneaki Masuda, fondatore e presidente di CCC (Culture Convenience Club)  -presente in Giappone con il marchio Tsutaya, una catena di librerie e multimedia che conta circa 1.468 punti vendita – che ha anche accettato la carica di Presidente Onorario.

In Italia il progetto e gli obiettivi dell’Associazione FWD hanno suscitato l’interesse, il patrocinio e la condivisione di tavoli di lavoro da parte di Enti ed aziende tra i quali emergono Expo 2015 e Academia Barilla ma anche di personalità come Carlo Petrini, fondatore di Slow Food .

In programma ad Alba showcooking che vedranno chef e architetti condividere insieme i fornelli e workshop curati da POLI.design Milano e Politecnico Torino ma tutto il territorio circostante sarà coinvolto grazie alle installazioni di architetti e designer diffuse nei luoghi più caratteristici delle Langhe.

La cultura del cibo e del vino per Food Wine Design Week  è protagonista di processi creativi, progetti innovativi, prospettive e sguardi alternativi. 

A cominciare dal prodotto, dalla sua trasformazione e dal design – estetica e funzione – fino alla distribuzione, al consumo pubblico e privato, alle implicazioni culturali e al rapporto con il territorio. Senza dimenticare: l’eco-sostenibilità, l’immaginario ed, infine, l’arte individuale e collettiva.

In questo senso FWD significa essere Forward, ossia riconoscere e riconoscersi in questi valori, informarsi, contribuire, partecipare.

Il progetto è quello di avvicinare Milano, capitale del Design, ad Alba, capitale del Vino” spiega Cingolani e Miroglio aggiunge: “Il vino, infondo, è questione di design. Diventano fondamentali il colore, la scelta della bottiglia e l’etichetta“.

Il progetto mira a diventare un appuntamento annuale, assolutamente da tenere in agenda.

Food Wine Design Week | 6 > 9 giugno 2014 | Alba | www.fwdweek.it

Articoli Correlati