Degustazioni, blind taste, masterclass, convegni, cooking show con grandi chef, laboratori sensoriali per bambini per un appuntamento che celebra l’enogastronomia dell’Umbria.

Dal 29 giugno al 2 luglio 2017, We Love Tasting Umbria, grazie al format studiato e realizzato da Excellence, riunisce nella città di Orvieto cantine del territorio, produttori gastronomoci e grandi chef.

Quattro intense giornate per scoprire, assaggiare e conoscere da vicino tradizioni e specialità locali in un evento che si svolge in contemporanea alla quarta edizione dell’Orvieto Tango Festival.

Sponsorizzato dal Consorzio Vino Orvieto e Orvieto diVino, patrocinato dal Comune di Orvieto e dall’Università della Tuscia, We Love Tasting Umbria prende vita in tre luoghi fulcro della città: il Teatro Mancinelli, dove si svolge la serata inaugurale, il Palazzo del Capitano del Popolo, dove si svolgono i Convegni, e la suggestiva Chiesa di San Giacomo, dove trovano spazio cooking show, degustazioni dei vini del Consorzio Orvieto, laboratori e masterclass su birra e vino e un Contest sull’Olio Evo coordinato da Diana De Santis, Docente e Responsabile del Laboratorio Sensoriale didattico della Facoltà di Agraria dell’Università della Tuscia.

A guidare convegni e focus dedicati a marketing e territorio, comunicazione e accoglienza, importanti esperti del settore come il Direttore di IED Roma e fondatore di Food Confidential Nerina Di Nunzio Antonio Paolini, prestigiosa firma de L’Espresso, il Presidente del “Consorzio Vino Orvieto” Vincenzo Cecci e Donatella Cinelli Colombini, Presidente dell’Associazione Nazionale “Le Donne del Vino”.

Nerina Di Nunzio
Nerina Di Nunzio

WE LOVE TASTING UMBRIA // CONVEGNI
I convegni tematici, in partnership con la Scuola di Alta Formazione di Sala “INTRECCI” delle cugine Cotarella, saranno invece articolati in un programma concepito per sviluppare importanti temi legati al turismo e alla ristorazione. Grazie alla dinamica dei dibattiti gli approfondimenti e le angolazioni culturali spazieranno dal marketing alla promozione territoriale attraverso il vino fino all’arte dell’accoglienza integrata nei futuri scenari della ristorazione e del turismo nel nostro Paese con un focus specifico sulla città di Orvieto.
Tali convegni, nelle giornate del 1 e del 2 luglio, si svolgeranno presso il Palazzo del Capitano del Popolo dalle 19:30 alle 20:30, e saranno moderati da importanti esperti del settore enogastronomico come il Direttore di IED Roma e fondatore di Food Confidential Nerina Di Nunzio e Antonio Paolini, prestigiosa firma de L’Espresso, critico enogastronomico e curatore della Guida Vini de L’Espresso; nonché sostenuti dal Presidente del “Consorzio Vino Orvieto” Vincenzo Cecci, Donatella Cinelli Colombini – Presidente dell’Associazione Nazionale “Le Donne del Vino”, Mario Morcellini – Commissario delle Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Renzo Cotarella – Amministratore delegato “Marchesi Antinori”, Giuseppe Cerasa – Direttore Le Guide di Repubblica ai sapori e ai piaceri d’Italia, Dominga Cotarella – Direttore marketing Falesco e Founder Scuola “Intrecci”, Paola Achilli – Rappresentante Federalberghi Orvieto, Guido Barlozzetti – Scrittore, Giulia Di Cosimo – Proprietaria e responsabile marketing/vendite dell’ Azienda “Argillae” e Gianluigi Maravalle – Sindaco di Ficulle (TR).

WE LOVE TASTING UMBRIA // ABOUT CHEF
Dall’Umbria, in qualità di Chef Ambassador della Regione e della città di Orvieto, Paolo Trippini Chef del “Ristorante Trippini” a Civitella del lago e del “Ristorante Trippini” presso “La Badia” ricavato nel complesso monastico dell’abbazia dei Santi Severo e Martino -un luogo di fascino immenso dove lo chef umbro, forte della sua esperienza professionale, interpreta una cucina ricercata ed innovativa senza perdere mai di vista il suo territorio come suo nel “Bosco Umbro”, piatto sempre in carta ma cambia a seconda della stagionalità-; dalle Marche Nikita Sergeev de “L’Arcade” di Porto S. Giorgio e dalla Toscana Alessandro Rossi de “La Terrazza del Chiostro”.
Dalla Capitale, Fundim Gjepali dell’“Antico Arco” a Porta San Pancrazio, Paola Colucci del rinnovato “Pianostrada” nei suggestivi vicoli della città eterna, Fabrizio Sepe del ristorante “Le Tre Zucche” che, assieme a Roberto Campitelli dell’ “Osteria di Monteverde”, Davide Del Duca dell’”Osteria Fernanda”, Giovanni Cappelli “Le Tamerici”, Raffaele De Mase “Rome Marriot Grand Hotel Flora” riscrivono gli stili di una cucina romana contemporanea sempre tesa tra tradizione e derive creative.
Dalla provincia Antonio Magliulo “La Posta Vecchia” di Ladispoli, Marco Claroni di “Osteria dell’orologio” a Fiumicino, icone di una cucina mediterranea che non smette di ricercare nuovi sapori e cromatismi, e Laura Marciani del “Ristorante degli Angeli” di Magliano Sabina, abile interprete dei piatti tipici della gastronomia sabina.
Chiude la Campania con una rappresentanza della bella Vico Equense con Michele Esposito del “Vuliè” e Faby Scarica di “Villa Chiara Orto e Cucina”.

Ospiti d’onore saranno inoltre 5 chef stellati tra i quali: Gianluca Renzi, il “pupillo” di Heinz Beck al quale ha affidato la cucina del “Castello di Fighine”; Iside De Cesare, della “Parolina” di Trevinano; Giuseppe Di Iorio del ristorante “Aroma” sulla terrazza panoramica di Palazzo Manfredi affacciato sul Colosseo, e infine Paolo Gramaglia, chef del “President” di Pompei, forte di una maturità che riesce sempre a trasformare la tradizione in una materia viva, con chiari riferimenti al territorio campano e Katia Maccari, guida e anima del ristorante “I Salotti del Patriarca” di Chianciano Terme, che da anni si fregia della rinomata stella Michelin con una cucina di grande estro che ricompone in chiave moderna i sapori della campagna senese.

Per maggiori informazioni sulla città di Orvieto, prenotazioni e convezioni, consultate il link www.orvietocentro.it