Il ST. REGIS ROME riparte con lo ‘slow travel’: tra arte, cultura, ospitalità e gastronomia

The St. Regis Rome riparte dalla città eterna abbracciando la filosofia ‘slow travel’: alla scoperta delle sue unicità, in totale sicurezza e tranquillità, tra arte, cultura, ospitalità e gastronomia.

Un viaggio senza tempo condurrà gli ospiti attraverso luoghi e palazzi privati, cene nelle più belle piazze di Roma e passeggiate all’aperto. Fil rouge: godere e scoprire la città in una veste nuova e inusuale, fatta anche di piccoli rituali come il caffè, sorseggiato negli storici ritrovi e bar all’aperto.

Ancora una volta, The St. Regis Rome si fa così promotore, di nuove tendenze e filosofie, sposando in pieno lo ‘Slow Travel’, un nuovo modo di esplorare la città per lo più a piedi attraverso la propria cultura, storia e tradizioni.

L’iconico hotel, simbolo dell’ospitalità internazionale non ha mai chiuso, occupandosi sia dei clienti residenti che della comunità, attraverso azioni di volontariato e solidarietà nei confronti dei meno abbienti. E oggi, grazie a preziose ed esclusive collaborazioni con realtà locali, il The St. Regis Rome è pronto a riaccogliere i propri ospiti, “più Romano che mai” e con diverse proposte e novità:

Lumen Garden – dal 18 giugno 2020, inaugura il nuovo spazio all’aperto di Lumen, Cocktails & Cuisine, dove gli ospiti potranno assaporare gli inimitabili signature cocktail come Atollo, Lumen, Pozzanghere, Mini Ming e Hercules, inebriati dal profumo dei gelsomini, all’ombra di sterlizie decennali. Lumen Garden sarà disponibile anche a pranzo e cena, con piatti ispirati alla tradizione del Grand Hotel con uso di materie prime di altissima qualità.

Galleria Continua – Riapre lo spazio su appuntamento, inaugurato a Roma presso l’hotel, con la mostra “Maturation” ad opera dell’artista Cubano Yosé Yaque, arricchita da “Cabinet de Curiosité”, un angolo dedicato a pezzi di artisti contemporanei in continua evoluzione. Ogni venerdì su prenotazione, ci sarà la possibilità di organizzare tour contingentati della durata di un’ora per visitare gli spazi espositivi della mostra dell’artista Yaque. I tour includeranno anche la visita alle installazioni presenti nella hall del St. Regis Rome: “Teenager Teenager” (2011), “I didn’t notice what I am doing” (2012) e “If I Died” (2013) del duo di artisti cinesi, protagonisti dell’ultima biennale di Venezia, Sun Yuan e Peng Yu.

A Tavola nelle Grandi Piazze – Ideato in collaborazione con due dei ristoranti simbolo della città: Pierluigi e Dal Bolognese. Gli ospiti del St. Regis Rome avranno accesso diretto al cuore di Roma cenando all’aperto nelle piazze più belle, Piazza del Popolo e Piazza de’ Ricci (soggiorno più cena per due persone a partire da €490, a notte, in camera Superior, colazione in camera).

R (h) OME – Ideato in collaborazione con Imago Artis Travel, il tour prevede la scoperta di Roma e delle proprie curiosità e aneddoti, inclusi piccoli rituali quali il caffè. Aperitivi in terrazza e tour tra i siti archeologici più importanti di Roma tra cui i Fori Imperiali, Vaticano, Colosseo, Campidoglio Aventino, per citarne alcuni (soggiorno minimo di 3 notti per 2 persone a partire da €740 a notte, in camera Imperial, colazione in camera, tour e transfer privato).

Il Genio Italiano a Roma – Ideato in collaborazione con IF Unique Art Experiences. Un’occasione speciale per chi vuole scoprire i capolavori che i più grandi artisti italiani hanno lasciato nella città Eterna. Esperti storici dell’arte, si porranno sulle tracce del genio italiano a Roma da Raffaello, Bernini e Caravaggio (soggiorno minimo di 3 notti per 2 persone a partire da €1,700, a notte in Suite St. Regis, colazione in camera, tour e transfer privato).

The St. Regis Rome, l’iconico luxury hotel inaugurato nel 1894 dal leggendario albergatore César Ritz, è da sempre considerato tra i migliori esempi di ospitalità europea di alto livello e gode di una posizione strategica vicino a Piazza della Repubblica e al palazzo presidenziale del Quirinale.

The St. Regis Rome ha riaperto le proprie porte a Novembre 2018 in seguito ad un restauro meticoloso, affidato al celebre studio di interior design Pierre-Yves Rochon Inc. (PYR) con sedi a Parigi e Chicago, che rende omaggio ai 125 anni di storia dell’albergo celebrando l’affascinante atmosfera di Roma, reinterpretando in chiave moderna l’eleganza senza tempo dell’albergo.

Originariamente inaugurato come Grand Hotel, questa icona d’ospitalità romana è stata trasformata nel The St. Regis Rome quasi 20 anni fa. Durante la sua lunga e leggendaria storia, l’hotel ha accolto ospiti illustri come capi di stato, intellettuali, viaggiatori raffinati e uomini d’affari. Con il suo nuovo design, moderno ed elegante, che si respira in ogni angolo dell’hotel, The St. Regis Rome ha inaugurato una Nuova Era, grazie anche alla collaborazione di prestigiosi partner tra cui: Galleria Continua, Garage Italia, Giada Curti haute couture e IF Unique Art Experiences.

Le 138 camere e 23 lussuose suite sono state tutte completamente rinnovate e mescolano influenze dello stile Impero, Regency e Luigi XV. Ogni camera riflette uno dei due colori principali scelti da PYR: il blu polvere del cielo azzurro della città mediterranea o la calda terra cotta delle pareti romane al tramonto. All’arrivo, l’imponente ingresso con il grandioso lampadario in vetro soffiato di 5 metri trasmette immediatamente un senso di grandiosità e allo stesso tempo di grazia, dove lo splendore dell’antico si unisce allo stile sofisticato e moderno fondendosi in una luminosa piazza interna ispirata alla Belle Époque che rende omaggio all’originale giardino d’inverno dell’hotel inaugurato da César Ritz.

L’attento restauro del palazzo storico include anche una rinnovata Lobby, il Lumen Cocktails & Cuisne, spazio conviviale direttamente affacciato sull’intima Library color blu zaffiro, così come il salone Ritz, la prima sala da ballo pubblica a Roma.

 

Very Travel Confidential. Very Food Confidential.

Articoli Correlati