PUGLIA. Informale e chic: Vinilia Wine Resort

Pop e ricercatezza in un mix elegante e informale. Vinilia wine resort punta tutto sull’accoglienza di una raffinata casa pugliese, sulla bellezza mediterranea, sulla buona tavola tra vini biologici e cucina locale.

Vinilia wine resort nasce dall’intuizione felice di due sorelle, Marika e Simona Lacaita, che scelgono di dare nuova vita a un castello, un’antico edificio utilizzato come residenza estiva di una nobile famiglia di Manduria, attraverso un progetto di architettura sostenibile, dove il design valorizza l’identità locale. Dal riutilizzo dei materiali trovati nella struttura originaria, come il portone in ferro dell’antica struttura diventato desk nell’area accoglienza, all’artigianato locale come le “pastine di cemento” della pavimentazione prodotte su disegno da maestri salentini. Un luogo magico dove andare a caccia della mistica del simbolismo animale, di quelle antiche usanze locali che affidano la buona sorte al potere evocativo degli animali. Si scopre così il gallo, legato alla simbologia del sole, che se ne sta appollaiato sul bancone all’ingresso per dare il benvenuto, i gufi associati tradizionalmente alla fertilità e i passerotti che rappresentano la dimora sicura, come sicuri sono i luoghi in cui scelgono di nidificare.

Courtesy of Vinilia wine resort | viniliaresort.com

A tutto questo si aggiunge la produzione di vini biologici. Nel 2018 sono cinque le etichette frutto del lavoro di 40 ettari di terreno di proprietà della famiglia. Da qui l’idea di dare al castello la connotazione di wine resort che si trova nel cuore della terra del Primitivo, a Manduria, in contrada Scrasciosa: Salento, Puglia, la terra dei Messapi, tra distese di ulivi e di vigneti, a pochi passi dal mare.

Courtesy of Vinilia wine resort | viniliaresort.com

Nei dintorni la strada dei trulli e tanti piccoli borghi, come Grottaglie dove comprare uno dei meravigliosi pumi portafortuna. Volendo ci si può spingere fino a Otranto, Gallipoli o magari arrivare a Matera, prossima Capitale europea della cultura. Ad aspettarvi al termine dei tour c’è Casamatta, il ristorante del resort affidato allo chef Pietro Penna che propone una cucina di grande carattere, pulita, passionale e concreta. Sapori mediterranei con materie prime che arrivano dall’orto del castello e prodotti selezionati.
L’esperienza a tavola è completata da una struttura caratterizzata da tavoli di epoche e stili diversi e da un’illuminazione realizzata da pezzi di luminarie tradizionali pugliesi degli anni Cinquanta.

In poco tempo il progetto ha attirato l’attenzione di stampa e pubblico, affermandosi nel panorama del turismo enogastronomico internazionale. Recentissimo il podio del Food and Travel Award, dove il Vinilia wine resort è stato premiato tra i migliori resort italiani dalla versione italiana del pluripremiato magazine internazionale.

Courtesy of Vinilia wine resort | viniliaresort.com

 

Articoli Correlati