GATSBY CAFÈ summer edition: tra gelati, bistrot all’aperto e molto altro

Il Gatsby Cafè riapre nel cuore dell’Esquilino in versione estiva con i tavoli all’esterno, sotto i portici di Piazza Vittorio. Ma la vera novità non è questa.

La proprietà raddoppia i suoi locali aprendo il chiosco dei gelati sul fronte strada, ed è in procinto di triplicare con l’apertura di Horti nel mese di Giugno, la caffetteria-bistrot proprio dentro i giardini di Piazza Vittorio. Vi raccontiamo tutto.

Con la riqualificazione dei giardini di Piazza Vittorio, il quartiere ha riacquistato uno spazio verde da vivere quotidianamente. E quale prodotto migliore, se non il gelato, da gustare durante una piacevole passeggiata all’aria aperta?

Dopo una lunga ricerca sulla gelateria con la quale collaborare, i gestori hanno deciso di ospitare, nel chiosco del Gatsby, il Gelato San Lorenzo, 100% Naturale. Tutto il gelato è senza monodigliceridi, senza grassi vegetali idrogenati e raffinati, senza gelificanti, senza coloranti e senza aromi. La fornitura arriva giornalmente, direttamente dal laboratorio romano di Gelato San Lorenzo, con più di 15 gusti diversi da provare ogni giorno.

Il chiosco è aperto tutti i giorni dalle ore 12.00 alle 22.00 e dispone anche di tavolini in esterno.

Per completare la ristrutturazione della bellissima Piazza Vittorio, nel cuore del quartiere Esquilino, lo scorso agosto il comune di Roma ha messo a bando la casina liberty che si trova proprio dentro i giardini. Ex casotto del giardiniere, l’edificio ottocentesco viene messo in gara con lo scopo di diventare il bar interno alla piazza.

La squadra del Gatsby ha ricevuto l’assegnazione dello stabile e subito si è messa all’opera per realizzare il progetto presentato al comune: “Partendo dallo sviluppo di una prevalente attività di ristorazione accogliente, familiare e di qualità, l’idea è di realizzare all’interno dei nuovi giardini di piazza Vittorio uno spazio altamente riconoscibile e di riferimento per il rione, nella convinzione che gli elementi di socializzazione costituiscano un volano fondamentale per la riuscita di un’attività imprenditoriale, in particolare nel settore della ristorazione.”

“L’ambizioso obiettivo che ci poniamo è pertanto quello di proporre servizi e progetti a carattere sociale-culturale, realizzati in proprio e/o con la collaborazione con altre realtà consolidate del rione, ospitando iniziative proposte dalle Associazioni, dalle Comunità internazionali o dai residenti, confidando anche negli stretti rapporti basati sulla reciproca conoscenza e fiducia costruita in questi anni con l’esperienza del Gatsby Cafè.”

“Il reparto caffetteria partirà dal servizio base di prime e seconde colazioni – prodotti tipici della caffetteria italiana, cornetteria, torte, etc. – ma si propone di accompagnare anche il pomeriggio con le “pausa merenda” tipiche dei giovanissimi, e per i più grandi, a seconda della stagione, il momento del tè o del rinfresco, con una predilezione per la lavorazione espressa di frutta fresca (macedonie, spremute, estratti) e ovviamente gelato artigianale. Il reparto gastronomia punterà al pubblico della sosta di metà mattina e del pranzo veloce e leggero, con un’ampia offerta. L’allungamento degli orari di servizio nella fase primavera-estate significa aperitivo, con relativa scelta di vini (anche naturali), birre artigianali e cocktail, da accompagnare con stuzzichini, bruschette, finger food, tapas e cicchetti, con attenzione al vegetariano e al vegano e alle intolleranze alimentari.”

In questi giorni sono iniziati i lavori di allestimento di Horti. Il progetto è stato commissionato allo studio di architettura Ca.Sa. studio – Carriero Sansoni architetti, con la consulenza dell’arch. Andrea Grimaldi, Professore Associato di Architettura degli interni presso l’Università Sapienza di Roma. La trasformazione in caffetteria-bistrot comprende anche la predisposizione del dehors che, grazie alla natura presente nei giardini della piazza, sarà un luogo dove trovare ristoro.

Il nome Horti è un incrocio di diversi significati. Per primo vuole ricordare gli Horti Lamiani, i giardini di eccezionale rilievo storico-topografico situati sulla sommità del colle Esquilino e nell’area grossomodo corrispondente all’attuale Piazza Vittorio. Horti sarà un posto magico perchè posizionato nei pressi della famosa porta alchemica dell’Esquilino, in cui l’H di Horti infatti ne richiama i simboli esoterici. Horti, come dalla traduzione dal latino “del giardino”, vuole anche rafforzare il legame con il quartiere diventando un punto di riferimento per gli abitanti dell’Esquilino. Non per ultima la più semplice accezione di orto, quindi natura, stagionalità, semplicità, tutte qualità che caratterizzeranno l’offerta enogastronomica.

L’inaugurazione è prevista per la metà del mese di Giugno ed il locale seguirà gli orari di apertura e chiusura della piazza, dalla mattina al tramonto.

 

Very Food Confidential.

Articoli Correlati