Barbie al Cioccolato by ZAINI

Cosa c’è di più buono del cioccolato e di più bello di una Barbie? Per i 60 anni della bambola più famosa di sempre, la più antica fabbrica di cioccolato e caramelle di Milano, LUIGI ZAINI DAL 1913, ha deciso di celebrare la bionda Barbie con una limited edition di tavolette e di una lattina ispirandosi alle 4 Barbie più iconiche di sempre, quelle dei modelli usciti negli anni 1959, 1985, 1990 e 2017.

In ordine cronologico dunque stiamo parlando di: Barbie Original, Barbie Day-to-Night, Barbie Totally Hair e Barbie Astronaut, ciascuna di loro rappresentata sul packaging delle tavolette, incartate in un elegante carta Fabriano e nei gusti cioccolato fondente, al latte e con diverse farciture.

Un’esclusiva di Food Confidential dal momento che le golose creazioni saranno trovabili solo dal 15 Marzo presso la boutique Zaini di Milano creata nel 2013, anno del centenario dalla sua fondazione. Un luogo per raccontare la storia di una famiglia, giunta alla terza generazione con Antonella e Luigi Zaini, anche attraverso foto, ritratti, incarti e mobili originali.

Boutique Zaini di Milano

Zaini Milano è una cioccolateria che ti porta indietro nel tempo. Situata in via de Cristoforis 5, tra il quartiere Brera e la nuova area di Porta Nuova, esattamente nella stessa via dove venne fondata la prima fabbrica di cioccolato e caramelle Luigi Zaini.

La data del 15 marzo é da segnare sul calendario per tutti i golosi e i collezionisti che non vorranno lasciarsi fuggire le tavolette di edizione limitata oltre alla fortuna di ammirare i quattro modelli di Barbie originali in una piccola mostra allestita tra gli antichi scaffali.

“Il desiderio di partecipare attivamente a questo importante anniversario di Barbie –spiegano Luigi Antonella Zaini, terza generazione alla guida dell’azienda dolciaria – trova ragione non solo nel felice rapporto con Mattel e Victoria Licensing, ma anche nella coerenza tra i valori trasmessi dal posizionamento di Barbie, che la vede sempre più impegnata nel sostegno all’empowerment femminile, e quelli che emergono dalla storia della nostra nonna Olga, una donna coraggiosa che assunse la guida dell’azienda nel 1938, una delle pochissime donne italiane alla guida di un’azienda industriale, che non rinunciò al suo progetto imprenditoriale e a coltivare il suo fascino”.

Antonella e Luigi Zaini

Un esempio da seguire, proprio come la filosofia di Barbie impone negli ultimi anni con sempre maggiore convinzione.  Filippo Agnello, Vice President & Country Manager Pan Europe Markets Mattel afferma:

“Quest’anno Barbie raggiunge un traguardo fantastico, compie 60 anni: questo in un industria dove 3-5 anni sono già considerati un ottimo successo, è un fatto veramente straordinario. Durante queste sei decadi, Barbie è rimasta al passo con i tempi senza temere, ma anzi accogliendo e sapendo rappresentare il cambiamento attraverso gli anni: nella cultura, così come nel gusto, per diventare una delle forme di gioco più amate di sempre e conquistando la passione e l’affetto di grandi e piccini”.

C’è da scommettere che ci sarà la fila per accaparrarsi un oggetto tanto unico quanto delizioso. Intanto ecco a voi le foto, sperando di poter mettere gli occhi e soprattutto la bocca sulla cioccolata il prima possibile. Per quanto mi riguarda ho già scelto la mia tavoletta preferita e voi?

 

LIMITED EDITION TAVOLETTE ZAINI MILANO

Barbie Original, 1959.                                        

Cioccolato fondente 50% e cuori di zucchero

Barbie Day-to-Night, 1985.                                 

Cioccolato al latte e petali di rosa cristallizzati

Barbie Totally Hair, 1990.                                   

Cioccolato al latte e pop corn caramellati

Barbie Astronaut, 2017.                                    

Cioccolato 70% con pepite di zucchero dorate

Chiara Maria Gargiolihttp://www.tacco12cm.it/
Un sogno? Diventare scrittrice. Intanto leggo i libri degli altri, scrivo, degusto, tifo As Roma e compro scarpe. Giornalista professionista, blogger e speaker radiofonica, laurea in Lettere e un corso di sceneggiatura in Rai. Approdo a La7 e ci rimango 8 anni, prima a Omnibus e poi a L’Infedele. Scrivo su Il Romanista e faccio l’inviata per ReteSport. Lavoro a SlashRadio Web, la radio ufficiale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Curo il mio blog Tacco12cm e il mio gatto Elvis.

Articoli Correlati