GIN CONFIDENTIAL: il Gin&P da Torino

Siamo in Piemonte, terra di botaniche, sapori e tantissimi Gin, da quelli agricoli ai più erbacei e spinti nel mondo della distillazione.

Siamo dalle parti del Turin Vermouth, azienda che trae ispirazione dalle ricette di famiglia e dalla tradizione liquoristica della capitale piemontese; sono passati più di due secoli dalla nascita del Vermouth e da allora molteplici artigiani, mastri liquoristi ed opifici si sono insediati in quella che allora era la capitale della liquoristica italiana.Tra i vari prodotti dalla Turinho provato (strano vero?) il Gin&P.

L’idea alla base di questa produzione è frutto (come quasi sempre) di un’idea forte e determinata, che pone l’attenzione sui particolari, sulla scelta della produzione in piccoli lotti e quella sana voglia di differenziarsi dagli innumerevoli gin attualmente in commercio. Per fare questo utilizzano esclusivamente botaniche e ingredienti naturali, escludendo del tutto sostanze chimiche e aromi artificiali, rispettando così una delle regole morali dell’azienda.

Stiamo parlando di un un London Dry e personalmente l’ho trovato davvero divertente. sfizioso. secco quanto basta e perfetto sia per la miscelazione che per la bevuta in purezza. Probabilmente uno dei migliori Gin assaggiati e testati negli ultimi tempi. Trasparentissimo sia come colore che come botaniche – distillate utilizzando la distillazione discontinuo- che si sentono tutte senza essere coperte dalla parte alcolica. Il ginepro si sente bene e gli da corpo e gusto, non ho sentito invece (colpa del mio palato?) l’essenza di agrumato che avrei dovuto sentire, ma non è assolutamente un problema.

Oltre a tutto questo va aggiunta anche una decisa e definita identità, che parte dal nome, che nasce da una particolare botanica, chiamata Genepì, che cresce timidamente sulle cime più alte delle montagne piemontesie dalla consueta attenzione agli elementi distintivi, dal collarino che deriva da un vecchio francobollo degli anni ’30 che indica il lotto di produzione, passando alla firma di Giovanni Negro, master distiller della Turin Vermouth.

In definitiva se siete davvero curiosi, se vi intrigano i distillati saggiamente pensati e realizzati, potete affidare questo gin al vostro palato senza colpo ferire.

Ultima NEWS: il Gin&P ha recentemente vinto “Ampolla d’oro” nell’edizione 2021 della guida “Vini buoni d’Italia”, nella sezione speciale delle migliori 50 aziende che rappresentano l’eccellenza italiana nella produzione di distillati, bitter e amari di cui parlavamo la scorsa settimana.

 

Very Gin Confidential. Very Food Confidential.

Paolo Campanahttp://www.facebook.com/GiroVedoGenteMangiocose
Nasco grafico, disegnatore e a volte fumettista. Ho fame. Ho fame e sono curioso di capire e scoprire la storia che si nasconde dietro ogni singolo piatto, cocktail, vino o birra. Affascinato dalla rete e dalle sue dinamiche, ho aperto un blog tredici anni fa quando non era una moda, ho scritto di tutto, dal design alla grafica, dall’arte al disegno, dalla fotografia al food (ovviamente) ma ho mantenuto sempre alta la passione per la creatività, quella sana e vera. Quella che con il tempo e le numerose collaborazioni ho trovato nel piatto. L’ho già detto che ho fame?

Articoli Correlati