Chef Rubio e Andrea Fassi presentano un progetto di educazione sulle differenze culturali rivolto alle scuole di Roma attraverso il cibo e lanciano un’edizione speciale e limitata del celebre semifreddo Sanpietrino del Palazzo del Freddo di Fassi. I proventi della vendita di beneficenza saranno destinati al centro di aggregazione del Cies “MaTeMù”.

FassiRubio2

Il progetto si chiama #ONETASTE, nasce nel cuore dell’Esquilino, il rione più multietnico della Capitale dove risiede il Palazzo del Freddo di Fassi e punta a creare un’esperienza pratica ed emozionale promuovendo la conoscenza dell’altro attraverso buone pratiche dell’alimentazione; vuole favorire la cultura dell’integrazione, e quindi dell’accoglienza, e insegnare ai giovani la  ricchezza racchiusa nelle differenze culturali.  Lo fa attraverso il Sanpietrino, prodotto di punta della gelateria Palazzo del Freddo di Giovanni Fassi, ispirato alle pietre della pavimentazione romana.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Chef Rubio e Andrea Fassi si sono infatti trovati d’accordo sull’importanza del cibo come catalizzatore di emozioni ed esperienza da condividere, senza discriminazioni.  Per questo hanno realizzato Sanpietrini speciali, ideati con ingredienti diversi, che i ragazzi delle scuole impareranno a riconoscere e apprezzare, abbinandoli a culture diverse da quella italiana ma ormai arrivate ad arricchirla.

La lezione-degustazione di Sanpietrini si svolgerà giovedì 25 maggio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La mattinata sarà dedicata alle scuole, che aderiranno su prenotazione; il progetto ha ottenuto il patrocinio del Municipio I Roma Centro.

Il pomeriggio Chef Rubio e Andrea Fassi accoglieranno la cittadinanza e il mondo dell’associazionismo, che potranno aderire attraverso prenotazione sul posto poiché l’entrata nel laboratorio del Palazzo del Freddo sarà suddivisa in gruppi.

Dalla data del 25 maggio, per tre settimane, le scatole di Sanpietrini speciali saranno messe in vendita in edizione limitata e i proventi devoluti in beneficenza a MaTeMù, il Centro di Aggregazione Giovanile del CIES aperto nella zona dell’Esquilino, un luogo in cui i ragazzi di tutte le culture e provenienze possono esprimere la propria creatività, vivere in modo diverso il tempo libero, trovare ascolto e sostegno, un posto dove tutte le differenze sono viste come valori e stimoli per esplorare nuove possibilità.

In particolare, i proventi andranno a finanziare l’area di programma di Matemù finalizzata alla gastronomia interculturale con “Altrove”, il ristorante dove lavorano i ragazzi del centro e che si trova in via Girolamo Benzoni 34, nel cuore del food district di Roma Ostiense, definito dal Gambero Rosso un “ristorante che sposa la cucina di qualità, sana, attenta ad intolleranze e scelte di alimentazioni etiche o religiose, con una vocazione mediterranea e una rivisitazione delle ricette tradizionali in chiave interculturale”.

Per informazioni e prenotazioni: fassitour@gmail.com