È tempo di aperitivi all’aperto, di lunghe serate insieme agli amici, di calici che si tingono di rosa. In arrivo uno dei più attesi appuntamenti dell’estate romana, quello che celebra i rosati italiani, Bererosa 2017.

Appuntamento a giovedì 6 luglio, a partire dalle ore 17.00, presso Palazzo Brancaccio a Roma, che con i suoi saloni barocchi e il bellissimo giardino si conferma sede ideale per una grande festa come Bererosa: degustazioni, incontri con produttori, street food e non solo nell’evento organizzato da Cucina & Vini.

Protagonisti assoluti vini fermi e spumanti rosati in un grande banco con più di 94 aziende vitivinicole partecipanti, dalla Puglia (con una speciale collettiva di 16 cantine socie del Movimento Turismo del Vino Puglia) alla Lombardia, dal Trentino all’Abruzzo, per un viaggio da Nord a Sud nelle diverse zone vocate ai rosati, che in Italia coprono il 9% della produzione mondiale con 2,1 milioni di ettolitri. (fonte: Osservatorio economico mondiale dei rosati – Civp, France Agrimer e Abso Conseil) 

Bererosa

«Una tipologia, quella dei Rosati, che rispetto ai Rossi e ai Bianchi a mio giudizio offre ampi margini di crescita – chiarisce Francesco D’Agostino, direttore di Cucina & Vini –. Ciò anche in virtù del fatto che stiamo parlando di un vino ‘immediato’ e capace di intrigare pure palati meno esperti. Ancora oggi, spesso, alcuni faticano a riconoscere ai Rosati un diritto di cittadinanza nel Pianeta Vino. Eppure, secondo un sentiment che abbiamo registrato tra gli addetti ai lavori di Roma, ci sono segnali positivi sia da parte dei ristoratori e gestori di locali, che sono sempre più propensi a proporli ai propri clienti, sia da parte della stessa clientela che manifesta una crescente curiosità per questi vini, seppur ancora più al calice che in bottiglia».

In programma nei giardini di Palazzo Brancaccio, anche un’area street food con 4 postazioni dove poter scegliere e acquistare il cibo da abbinare alle oltre duecento etichette provenienti da tutta Italia. Chi sono gli interpreti dello street food per Bererosa 2017?

Meglio Fresco PescheriaArturo & Mary, fantastica coppia nella vita e nel lavoro: saranno presenti con le loro selezioni di crudi (immancabili le ostriche!) e una vasta scelta di creazione cotte;

Il Maritozzo Rosso: Nuovo e originale format che reinventa il maritozzo, tipico lievitato romano. Da sempre conosciuti nel classico abbinamento con la panna, i maritozzi de Il Maritozzo Rosso sono invece arricchiti da farciture originali, sia salate che dolci. Edoardo Fraioli – ideatore del brand – è già all’opera per scegliere le migliori farciture da abbinare ai rosati;

La Bottega dell’Oliva Ascolana: Sempre presente con cartocci di fritti ascolani tra cui le buonissime olive fatte a mano nel laboratorio di Ascoli…tranquilli, porteranno anche i cremini, caldi e fragranti perchè il loro fritto verrà fatto espresso! Poi non mancheranno i piconi, dei ravioli di pasta croccante che racchiudono una morbida farcitura al formaggio;

Le Strade della Qualità: . Il giovane Mirko Giannella, dopo anni di esperienza maturata nel mondo della distribuzione, ha preso il volo e ha creato Le Strade della Qualità, la sua società distribuzione e selezione di prodotti di alta gastronomica: sarà presente con una selezione di salumi e formaggi;

Cannoleria.itCerto non mancherà il dolce a Bererosa! Infatti sarà presente il bellissimo carretto in stile siciliano della Cannoleria.it con i suoi addetti pronti per farcire al momento tanti fantastici cannoli.

di Lilly Colasuonno